Sabaudia come Cinecittà: così si candida a "Città della cultura della Regione Lazio 2019"

Il progetto "Sabaudia Studios" punta tutto sul cine-turismo e aspira ad essere punto di riferimento per le case di produzione

Il Comune di Sabaudia si candida al titolo di Città della Cultura della Regione Lazio 2019 e lo fa con un progetto ambizioso che rientra nel’obiettivo dell'amministrazione: rivitalizzare il tessuto socio-economico e culturale attraverso l’industria cine-televisiva. Si tratta di “Sabaudia Studios – Il sogno di una città che vuole rimanere giovane” e punta sulle grandi potenzialità e il curriculum cinematografico del territorio:: oltre 60 film in meno di 85 anni. La finalità è quella di potenziare l’identità e l’immagine di Sabaudia ma anche sviluppare nuovi percorsi e orizzonti per il cinema e la città e creare opportunità di intrattenimento e svago per cittadini e turisti.

"Sarà anche un'occasione - spiega il Comune di Sabaudia - per stimolare l’economia locale attraverso occasioni professionali per gli addetti al settore, per gli imprenditori e per le aziende locali, in cui si inserisce la formazione per i giovani e lo sviluppo del fenomeno del cine-turismo, che recenti studi universitari e del settore vedono tra le prime fonti di indotto economico sul territorio portato dall’industria cinematografica".

"Sabaudia Studios" si costruisce su due filoni portanti: il primo include l’organizzazione di diversi festival del cinema (lungometraggi, mediometraggi e cortometraggi) ed eventi cinematografici in generale, il secondo invece riguarda i servizi che si intendono implementare, allacciando l’aspetto culturale e quello economico del cinema.

In quest’ottica si inserisce lo Sportello Cinema, che sarà il centro di tutte le iniziative in materia di produzione audiovisiva: in primis sarà il punto di contatto tra le case di produzione, l’amministrazione comunale, i service, i tecnici e gli artisti locali. "Questo - spiega ancora il Comune - non solo faciliterà il lavoro di chi sceglie di produrre a Sabaudia ma aiuterà anche i service locali a specializzarsi e a sviluppare nuove competenze; in secondo luogo cercherà di affiancare, agevolandone il lavoro e la permanenza, le diverse case di produzione cine-televisiva che giungono sul territorio.

Vogliamo che il rilancio di Sabaudia passi anche attraverso il mondo del cinema, connubio indiscusso di economia e cultura – commenta il consigliere Francesca Avagliano, che ha lavorato al progetto – È bene che la città inizi a sfruttare con lucidità e lungimiranza le sue potenzialità e soprattutto quel suo background che la porta ad oggi ad essere una delle mete regionali preferite dalle case di produzione cine-televisive. Il film non deve essere più concepito solamente nel suo senso estetico, bensì deve divenire necessariamente strumento di indotto economico per il territorio e per quel ritorno di immagine di cui diverse città beneficiano solamente per aver ospitato un set di successo. Sabaudia come una seconda cinecittà è il nostro sogno".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Novembre 1985: l'atroce delitto di Rossella Angelico. Latina la ricorda intitolandole una rotonda

  • Maltempo, tragedia sfiorata: cade un albero su un'auto in transito

  • Operazione Astice secondo atto: nuovi arresti a Latina

  • Maltempo a Gaeta, “La Signora del Vento” danneggiata dalla forte mareggiata

  • Meteo a Latina: peggiorano le previsioni, l’allerta da gialla passa ad arancione

  • Scomparso da tre giorni: ricerche a tappeto con l'elicottero dei vigili

Torna su
LatinaToday è in caricamento