A Formia la Giornata del Mare, il messaggio ai ragazzi: “Va rispettato e protetto”

Comune e Capitaneria di Porto insieme. Protagonisti della giornata gli studenti. Il sindaco Villa: “Il mare è la nostra risorsa primaria e va tutelato in tutte le sue forme"

Tutela ambientale, salvaguardia dell’ecosistema marino e senso civico: questi i temi principali della “Giornata del Mare" che si è tenuta ieri anche a Formia. L’iniziativa organizzata in collaborazione con la Capitaneria di Porto-Guardia Costiera e a cui ha aderito il Comune che ha illuminato di blu la Torre di Mola. Gremite le due sale del Comune, la Ribaud” e la “Sicurezza”, che hanno raccolto un centinaio di studenti della scuola media Dante Alighieri, accolti dal sindaco Paola Villa e dall’assessore alla Cultura Carmina Trillino.

Gli allievi hanno partecipato con notevole attenzione agli interventi in materia di sicurezza e protezione illustrati dal Capitano di Fregata Andrea Vaiardi, comandante della Capitaneria di Porto di Gaeta e da Michele Danza, comandante del porto di Formia. L’evento di formazione, finalizzato a sviluppare la cultura del mare inteso come risorsa di grande valore culturale, scientifico, ricreativo ed economico era promosso a livello regionale dalla Direzione Marittima del Lazio.

“Il mare è la nostra risorsa primaria e va tutelato in tutte le sue forme – ha commentato il sindaco Villa – La presenza dei giovani è stimolante perché voi rappresentate il futuro e sarete promotori di un’azione di sensibilizzazione. Con la Capitaneria di Porto e la Guardia Costiera siamo in costante contatto e in stretta collaborazione proprio per prevenire fenomeni negativi ed è una sinergia fattiva finalizzata al rispetto del mare e di chi lo ama e lo protegge. Formia e il mare sono un binomio indissolubile che va preservato”.

Il comandante della Capitaneria di Porto di Gaeta Andrea Vaiardi ha ribadito la necessità di un maggiore senso civico verso l’ecosistema marino, finalizzato al rispetto ed alla tutela dell’ambiente oltre ad operazioni di rimozione dei rifiuti dai fondali. “Chi ama il mare, lo rispetta, lo protegge e non lo inquina: è il messaggio che il Comando generale del Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera in collaborazione con il Ministero dell’Ambiente ha voluto lanciare con il progetto 'Plastic free' volto ad educare i cittadini sui comportamenti corretti”. I temi trattati, tra filmati ed esperienze narrate, hanno posto, infatti, al centro dell'attenzione quella della plastica dispersa nell'ambiente marino. Il comandante della motovedetta del porto di Formia Ivano Acanfora ha illustrato una importante operazione di recupero di migliaia di reti appartenenti agli allevamenti di cozze nel Golfo.

La seconda parte della giornata è proseguita con gli studenti che hanno partecipato con estremo interesse alla lezione teorica e pratica tenuta dagli istruttori dei circoli velici di Formia che hanno mostrato e spiegato le tecniche di navigazione e di come si va in barca e tutte le altre attività legate a questa suggestiva disciplina. Il biologo Gianluca Treglia, esperto di tartarughe marine, ha poi coinvolto attivamente i ragazzi in attività pratiche mostrando il materiale recuperato nello stomaco delle tartarughe e lasciandoli con una missione da svolgere: “Iniziare sin da ora a non acquistare plastica superflua, sostituendola con oggetti in metallo come borracce o riducendo gli acquisti che hanno inutili imballaggi di plastica. La sfida è appena iniziata. E i ragazzi rappresentano la nostra più grande scommessa”, ha concluso il biologo.

Potrebbe interessarti

  • Saldi estivi 2019, manca poco al via. Ecco quando iniziano a Latina e nel Lazio

  • Fumo vietato sulla spiaggia, arriva l’ordinanza “smoke free”. Multe fino a 500 euro

  • Gaeta: al Porto Antico arriva “Seabin”, il maxi bidone galleggiante attira rifiuti

  • Reddito di cittadinanza, selezione dei navigator: l’elenco dei vincitori e degli idonei

I più letti della settimana

  • Terribile incidente sulla Pontina, ferito un motociclista: atterra l'elisoccorso

  • Terremoto a Roma, scossa avvertita anche in alcune zone di Latina e provincia

  • Due capodogli morti a Ponza: la mamma ha cercato di liberare il figlio da una rete da pesca

  • Mariachiara muore dopo una settimana di coma: arresto cardiaco per un intervento al naso

  • Blitz antidroga a Cisterna, pusher ingoia ovuli di cocaina: sequestri e arresto

  • Omicidio Marino, due pentiti raccontano in videoconferenza l’eliminazione del boss

Torna su
LatinaToday è in caricamento