Inquinamento: 12 giorni di superamento dei limiti a Latina. Presentato "Mal’aria 2019"

I dati forniti da Legambiente nel tradizionale dossier. Nel Lazio le performance peggiori di Roma e Frosinone

Entro i limiti le giornate di superamento sia di ozono che di PM10 a Latina: questo quanto emerge dal dossier nazionale Mal’aria 2019 di Legambiente. Il report è stato presentato questa mattina; analizza i risultati delle analisi effettuate da Ispra e dalle Arpa in tutti i capoluoghi d’Italia, per presenza di polveri sottili e ozono, inquinanti originati per gran parte da traffico veicolare. 

La situazione a Latina e nel Lazio 

Le peggiori prestazioni sono fornite da Roma con 94 giorni di aria inquinata nel 2018: 72 giorni “fuorilegge” con ozono oltre i limiti e 22 di superamento del livello massimo consentito per le PM10 (entro i limiti di giornate di superamento consentite dalla legge). Frosinone fa peggio con 116 giorni di aria inquinata, 82 giorni di superamento per le PM10 e 33 per l’ozono. Anche a Rieti aria malata per 36 giorni, 31 per ozono e 5 per PM10. Va meglio a Latina con 12 giorni di aria inquinata, 9 per il superamento dei limiti di Pmi e 3 per il superamento dei limiti di ozono. La migliore è Viterbo con un solo giorno di ozono oltre i limiti. 

malaria_2019_dossier_legambiente-2

I commenti 

“L’ozono nei mesi caldi e le polveri sottili d’inverno, soffocano Roma e Frosinone – commenta Roberto Scacchi presidente di Legambiente Lazio – c’è bisogno di liberare i centri urbani dalle automobili ed è indispensabile farlo per l’ambiente e la salute di ciascuno”.

I numeri

Secondo il dossier di Legambiente, per polveri sottili (PM10) Frosinone è secondo peggior capoluogo d’Italia (dopo Torino) con ben 82 giorni oltre i limiti: il dossier tiene conto delle analisi effettuate durante tutto il 2018 dalle centraline Arpa e delle norme di legge che fissano il limite giornaliero a 50 µg/m³ (microgrammi per metro cubo di aria) e i giorni di superamento consentiti, 35 all’anno, oltre i quali i comuni devono attivare azioni di risanamento della qualità dell’aria. Molto male Roma per l’Ozono (O3) che è presente oltre i limiti per 72 giorni nel 2018, la capitale è al decimo posto in classifica, peggiore assoluta nel centro-sud. Per l’O3 superano i giorni massimi di sforamento nel Lazio anche Frosinone (33 giorni) e Rieti (31 giorni). Il dato della presenza di Ozono (O3) nell’aria, tratto dal XIV rapporto qualità dell’ambiente urbano 2018 di ISPRA, tiene conto che il limite di legge giornaliero di O3 per la protezione della salute è di 120 µg/m3 (media massima giornaliera calcolata su otto ore), e che i giorni massimi di superamento annuo di questo limite sono 25: le analisi dell’O3 sono state effettuate da centralina istallata a Roma Largo Perestrello. Entro i limiti le giornate di superamento sia di ozono che di PM10 a Latina e Viterbo.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Voragine sulla Pontina, martedì vertice in Prefettura

  • Cronaca

    Operazioni finanziarie sospette e riciclaggio, allarme della Banca d'Italia nel Lazio

  • Sport

    Latina, solo un pareggio nel freddo di Ostia con l'uomo in più nel finale

  • Attualità

    Sanità, l’appello dell’Ordine dei Medici: “Istituire Ambufest anche nel centro sud”

I più letti della settimana

  • Cisterna, insulti dai genitori. Il capitano 17enne interrompe la partita: “Fateci giocare in pace”

  • Incidente sulla Pontina, investito e ucciso da un’auto: identificata la vittima

  • Operazione San Valentino, banda dei furti in villa in manette: i nomi degli arrestati

  • Parco dei Monti Aurunci, straordinario avvistamento di un gatto selvatico

  • Carni invase dalla muffa nella cella frigorifera: caseificio aziendale chiuso dai Nas

  • Incidente sulla Pontina ad Aprilia: traffico bloccato. Coinvolti più veicoli

Torna su
LatinaToday è in caricamento