Rifiuti, via i sacchetti e spazio ai cassonetti per la differenziata

Parte il nuovo piano di raccolta varato dalla Latina Ambiente e voluto fortemente dal Comune. Soddisfatto il sindaco Di Giorgi: "Rispondiamo con i fatti per rendere la città più pulita"

Le vie del centro prima dell'approvazione del piano per la raccolta differenziata

Da questa mattina ha preso il via il nuovo piano di raccolta dei rifiuti varato dalla Latina Ambiente e fortemente voluto dal Comune del capoluogo. Il centro cittadino ha di nuovo cambiato il proprio volto con l’installazione dei cassonetti multimateriale che permettono di scongiurare la presenza di quei tanto odiati sacchetti della spazzatura sui marciapiedi. Ma per ora l’iniziativa sarà applicata solo per le vie del centro storico, mentre per le zone all’esterno della circonvallazione bisogna ancora aspettare un pò.

Stando ai grandi fasti della vigilia e alle parole dell’assessore all’Ambiente Fabrizio Cirilli questo dovrebbe essere la soluzione per vedere di nuovo le strade della città pulite. Ecco così ricomparire i quattro cassonetti, quello verde per l’indifferenziata, quello marrone per l’umido a cui tornano a fare compagnia anche quello bianco per la carta e il blu per il vetro e la plastica.

“Questa è la nostra risposta alla esigenza di rendere la città più pulita. Lavoriamo per rispondere alle esigenze dei nostri cittadini e lo facciamo in maniera concreta, senza proclami o prese di posizione demagogiche e strumentali – afferma il sindaco Giovanni Di Giorgi – Fin dal mio insediamento ho rilevato l’assoluta necessità di vedere la città più pulita, soprattutto il centro cittadino, e per questo, nell’ambito di una più generale rivisitazione del rapporto con la “Latina Ambiente” in cui finalmente il Comune intende far valere il suo status di socio di maggioranza, abbiamo lavorato per cambiare il sistema di raccolta in centro”.

Inevitabile l’appello da parte del sindaco alla coscienza e al senso civico di tutti i cittadini, la cui collaborazione è fondamentale per mantenere le strade pulite. Incombe infatti la minaccia dei controlli sulla buona e corretta osservazione delle regole e delle sanzioni per la violazione di esse, che ricordiamo essere di 500 euro.

“La nostra azione continuerà nelle prossime settimane con l’obiettivo di migliorare sempre più il servizio in tutti i quartieri e borghi, razionalizzando i costi” conclude il primo cittadino di Latina Giovanni Di Giorgi.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sezze, prostituzione minorile: 50enne fa sesso con una ragazzina pagando la madre

  • Straordinaria scoperta a Priverno: scheletri e sepolture di epoca medievale

  • Lavori sulle condotta idrica, Latina senza acqua giovedì 12 settembre

  • Garage a fuoco in via Geminiani: evacuato un palazzo. Intossicati alcuni residenti

  • Incidente sul lavoro a via Monti, lesioni compatibili con la caduta dal ponteggio

  • Cosa fare nel weekend? Ecco gli eventi a Latina e Provincia

Torna su
LatinaToday è in caricamento