A Terracina “Spiagge e Fondali Puliti 2019”: due giorni di iniziative con Legambiente

L’iniziativa grazie al locale circolo e alla rete Plastic Free Beaches: sabato 25 maggio in programma il “Corri pulito a Terracina” e domenica la conferenza su dati e proposte per un mare più pulito e senza plastica

Torna anche quest'anno la campagna nazionale Legambiente “Cleanup the Med - Spiagge e Fondali Puliti 2019” - di E.ON, Novamont, Mareblu, Sammontana, Virosac, Fineco, Tupperware.

L’evento è organizzato nella città sul litorale pontino per la quarta volta dal locale Circolo Legambiente e dal Sindacato Italiano Balneari Confcommercio, con il patrocinio del Comune, della rete Plastic Free Beaches Terracina, e in collaborazione con la Capitaneria di Porto – Guardia Costiera di Terracina e Anmi – Associazione Nazionale Marinai d’Italia. Quest’anno l’iniziativa ha ottenuto anche il patrocinio di Let’s Clean Europe.

La campagna prevede due giornate molto intense: sabato 25 maggio dalle 10 alle 13 in occasione della campagna nazionale “Spiagge e Fondali Puliti 2019” il Circolo Legambiente Terracina con la Rete Plastic Free Beaches organizza “Corri pulito a Terracina” e sperimenta una nuova modalità di raccolta rifiuti in città, denominata “plogging", con il coordinamento di Antonella Andriollo, giovane atleta pontina Ambassador Runtastic Italia. Nato in Svezia, patria dell’ecologia, il plogging è un modo diverso di fare sport: si corre e intanto, munendosi di sacchetto e tanta buona volontà ci si ferma raccogliendo piccoli rifiuti che si incontrano lungo il percorso, un “interval training" molto leggero ma socialmente ed ecologicamente utile. Il percorso di corsa previsto è di circa 3 km, un anello che partendo dal Parco del Montuno, l’Area Archeologica Stella Polare, il Monumento dell’Anmi ai Caduti del Mare presso la spiaggia di Levante, toccherà il Porto, il Molo Gregoriano, con ritorno al punto di partenza. L’ appuntamento è per sabato 25 maggio alle 10 presso il Parco del Montuno in via Dante Alighieri - consigliato un abbigliamento comodo o sportivo e scarpe da ginnastica -. “I volontari saranno dotati di buste, guanti e pettorine che verranno consegnati da Legambiente e dovranno essere riconsegnati alla fine del percorso” spiegano dal Circolo di Terracina. Per chi non volesse correre è stato previsto lo stesso percorso di raccolta a piedi, che sarà guidato dalla socia Angela Pitteri referente per il Circolo di Let’s Clean Europe. Si partirà sempre dal Parco del Montuno alle 10.

Domenica 26 maggio sempre dalle 10 alle 13 presso la sede dell’Associazione Anmi a Via del Molo 40, si terrà la conferenza “Clean Up The Med a Terracina: dati e proposte per un mare più pulito e senza plastica”. Dopo i saluti della Amministrazione, della Capitaneria di Porto e dell’Anmi, la presidente Anna Giannetti presenterà insieme a Serena Carpentieri, vicedirettore generale di Legambiente, il “Vademecum per una Strategia Plastic Free” nazionale, frutto del lavoro del Circolo con Legambiente nazionale con l’associazione Chimica Verde Bionet, e tutte le principali iniziative nazionali di Legambiente in corso per il contrasto delle plastiche in mare. Il Dipartimento Scientifico del Circolo di Terracina con il vicepresidente e responsabile scientifico Gabriele Subiaco e la consigliera Annalaura Rossi presenteranno i dati relativi al progetto sperimentale “Fishing for Litter Terracina”, diventato ormai famoso per essere stato tra i riferimenti del disegno di legge Salvamare recentemente approvato dal Consiglio dei Ministri e al progetto di tesi di laurea magistrale svolto nell’ambito di una Convenzione di tirocinio del Circolo Legambiente Terracina con la prestigiosa Universita’ di Siena dal titolo “Quantificazione e Caratterizzazione del Marine Litter e delle Microplastiche in Specie Ittiche nel Golfo di Terracina”; gli alunni del progetto Alternanza Scuola Lavoro dell’Its A. Bianchini di Terracina insieme alle classi dell’Ic Maria Montessori di Terracina, coordinati dalla maestra Laura Bellotto, presenteranno i risultati della Campagna Legambiente Beach Litter 2019 svoltasi con la loro collaborazione presso le spiagge di Terracina di Levante lo scorso 6 aprile. A seguire sempre gli alunni del dipartimento chimico dell’Its A. Bianchini, coordinati dalla professoressa Angela Fruggiero, attivi nel progetto PON-MIUR “Da Goletta Verde alle Sentinelle del mare” - condotto con il Circolo Legambiente Terracina, Legambiente nazionale e Goletta Verde - presenteranno i risultati dei monitoraggi periodici fatti nei punti di prelievo presso le foci, le spiagge e i canali di Terracina, fornendo anche un confronto con l’anno scorso. A seguire la Rete territoriale “Plastic Free Beaches Terracina”, coordinata da Felice Enrico Di Spigno, Presidente Sib Confcommercio Terracina, presenterà lo stato di avanzamento delle attività della rete e la principale programmazione estiva.

spiagge_fondali_puliti_2019_terracina-2

Potrebbe interessarti

  • Tiziano Ferro si è sposato, nozze blindate nella sua villa di Sabaudia

  • Il mare di Terracina premiato dai pediatri: consegnata la Bandiera Verde 2019

  • La Notte della Luna: Achille Lauro e non solo, tutti gli eventi del 20 luglio

  • “Festival della Commedia Italiana” a Sabaudia: grande entusiasmo per la serata inaugurale

I più letti della settimana

  • Tiziano Ferro si è sposato, nozze blindate nella sua villa di Sabaudia

  • Latina, sentiti spari sulla Pontina: forse un tentato suicidio

  • Incidente sulla Pontina a Sabaudia: investito ed ucciso mentre è in bici. Caccia al pirata della strada

  • Sperlonga, malore mentre fa il bagno: muore un uomo di 55 anni

  • Grave incidente a San Felice Circeo: diversi i feriti tra cui due bambini

  • Meteo a Latina: arriva la pioggia, break dell’estate. Allerta della Protezione Civile

Torna su
LatinaToday è in caricamento