Terracina, terremoto in Comune: Procaccini azzera la giunta

La decisione del sindaco, che si dice anche pronto alle dimissioni, "dopo giorni di giunte e commissioni consiliari andate a vuoto"

Nicola Procaccini, sindaco di Terracina

Ancora una volta il Comune di Terracina si appresta a vivere una fase delicata.

Ieri, al termine di una altra giornata convulsa il sindaco Procaccini ha annunciato di aver azzerato la giunta e di essere pronto anche a dimettersi se la macchina amministrativa non si rimette in moto al più presto.

La decisione del primo cittadino è arrivata “dopo giorni di giunte e commissioni consiliari andate a vuoto” ha spiegato in una nota lo stesso Procaccini. “Con il ritiro delle deleghe intendo così formalizzare la crisi politica in atto, aprendo immediate consultazioni con i rappresentanti politici della maggioranza per capire se ci sono i margini, oltre che le ragioni, per continuare con l’esperienza che ci vede alleati alla guida della città”.

“È trascorso solo un anno e 9 mesi dal suo insediamento eppure quest’amministrazione ha già superato prove difficilissime, riuscendo a recuperare in poco tempo ritardi drammatici in termini di finanze, d’infrastrutture, di legalità – ha continuato il sindaco di Terracina -. Siamo ancora lontani dalla metà dei cinque anni previsti per completare il programma presentato ai terracinesi in campagna elettorale, e so bene come le aspettative della cittadinanza siano tante ed urgenti. Proprio per questo motivo, non possiamo attardarci in discussioni politiche interne, paralizzando l’attività amministrativa”.

Ma non ancora tutto è perduto; “resto ancora fiducioso che nelle prossime ore i terracinesi prescelti dai loro concittadini per guidare la nostra città in Consiglio comunale possano recuperare le ragioni dell’unità, senza lasciarsi condizionare da ragionamenti e interessi che provengono dall’esterno ha concluso Procaccini -. Dico solo che è giusto avere rispetto delle gerarchie politiche extracittadine, ma è ancor più giusto difendere la nostra libertà di difendere Terracina. Ci sono tanti problemi da affrontare e per quanto mi riguarda non mi sono mai tirato indietro, neppure un minuto”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Usura e spaccio, Antonio Di Silvio intercettato: "Io non sono uno zingaro come gli altri"

  • Usura, estorsione e spaccio: otto arresti. In carcere anche Antonio Di Silvio

  • Preso con due etti di cocaina dopo un inseguimento, in lacrime davanti al giudice

  • Furti di auto col trucco dello "spinotto": confessa uno dei ladri della banda

  • Cinque chili di droga nascosta nell’armadio, impossibile dimostrare che era sua: assolto

  • Violenta lite all’autolavaggio, tre arresti per tentato omicidio. Pestato un 48enne

Torna su
LatinaToday è in caricamento