Caporalato, la battaglia passa per la provincia di Latina: cosa è stato fatto in un anno

Oggi l’incontro all’istituto Agrario, ad un anno dalla firma del protocollo. Presenti gli assessorii regionali Onorati, Di Berardino ed Alessandri, insieme a 160 studenti

Passa per la provincia di Latina la battaglia al caporalato ed è stato fatto nel corso di un incontro che si è tenuto questa mattina presso l’istituto San Benedetto di Borgo Piave un bilancio delle attività che sono state intraprese ad un anno dalla sottoscrizione del protocollo “per un lavoro di qualità in agricoltura”. 

All’incontro che ha visto la partecipazione anche del prefetto di Latina Maria Rosa Trio hanno preso parte gli assessori della Regione Lazio all'Agricoltura Enrica Onorati, al Lavoro Claudio Di Berardino e alla Mobilità Mauro Alessandri, oltre che 160 studenti dell’istituto, i sindaci e tutte le parti istituzionali, datoriali e sindacali che hanno sottoscritto il protocollo a gennaio dello scorso anno. 

“L’incontro – spiegano in una nota congiunta i tre assessori – è stata l’occasione per fare un bilancio delle misure messe in campo nella provincia di Latina dove, dall’estate scorsa, è stata avviata la fase sperimentale. Tutte le dieci azioni previste sono state avviate: elenchi di prenotazione presso i centri per l’impiego; creazione di un’App per favorire l’incontro domanda- offerta di lavoro; incentivi all’assunzione a beneficio dei datori di lavoro; formazione per i lavoratori iscritti nelle liste di prenotazione; misure di trasporto gratuito da e per i campi; campagna di informazione; mediazione culturale in 5 lingue; legge regionale sul contrasto e l’emersione del lavoro non regolare in agricoltura; coinvolgimento dell’ente bilaterale.

Da questa settimana, inoltre, è stato intrapreso il percorso a sostegno dell’accoglienza abitativa in cui si prevede la costituzione di un fondo per promuovere, attraverso alcuni incentivi, la messa a disposizione di abitazioni sfitte. Alla prosecuzione degli impegni previsti dal protocollo ‘per un lavoro di qualità in agricoltura’ si aggiunge quello di arrivare a una legge quadro contro il caporalato, in grado di intervenire e tutelare i lavoratori di altri settori come l’edilizia, i servizi la logistica. La scelta dell’incontro presso l’istituto agrario di Borgo Piave non è stata casuale, perché tra gli obiettivi del protocollo vi è anche la diffusione della cultura della legalità e della consapevolezza della gravità del reato del Caporalato. Agli studenti del San Benedetto e a tutti gli alunni del Lazio è stata proposta anche la realizzazione di un Contest, un premio dedicato al miglior progetto che verrà realizzato sul tema del lavoro agricolo di qualità e contro il caporalato.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Daniele Nardi: a un anno dalla scomparsa la moglie racconta l'impresa sul Nanga Parbat

  • Incidente sulla Pontina: perde il controllo dell’auto, muore un uomo di 39 anni

  • Coronavirus, Comune di Sezze: “Due pullman in arrivo da Venezia. Situazione monitorata”

  • Coronavirus, Regione: “Scuole chiuse nel Lazio e manifestazioni pubbliche vietate? Fake news”

  • Sette etti di cocaina e un revolver nascosti in casa: blitz e arresto della squadra mobile

  • Camionista di Sezze denunciato dai carabinieri a Pordenone: guidava in stato di ebbrezza

Torna su
LatinaToday è in caricamento