Cisterna, si insedia il nuovo Consiglio. Il sindaco Carturan giura e apre all’opposizione

Pier Luigi Di Cori rieletto presidente. La giunta composta da Renato Campoli, Alberto Ceri e Claudio Papacci; atteso l’ingresso delle donne

Si è insediato oggi, giovedì 24 gennaio, il nuovo Consiglio comunale di Cisterna così come è stato ridefinito con le elezioni del 6 gennaio scorso. Una ridefinizione che ha visto l’ingresso di Michele Mastroianni e Simonetta Antenucci (già assessore), e ridisegnato in parte gli equilibri politici in Consiglio. Dopo l’appello e verificata l’inesistenza di condizioni di compatibilità, eleggibilità e candidabilità degli eletti, la seduta è stata sospesa per 30 minuti su richiesta dal Sindaco per un ultimo confronto con la maggioranza.

Rientrati in aula si è proceduto con l’elezione di Pier Luigi Di Cori Presidente del Consiglio comunale, Marco Squicquaro Vice Presidente Vicario e Marco Capuzzo Vice Presidente. Il neo eletto presidente Di Cori, nel suo intervento ha ringraziato per la rinnovata fiducia, augurato un buon lavoro all’Assise e invitato a riprendere quel cammino interrotto affinché la politica possa dare risposte alle aspettative degli elettori.

A seguire il confermato sindaco Mauro Carturan di Cisterna ha indossato la fascia tricolore e tenuto un intervento nel quale ha sottolineato come il grande consenso elettorale lo carichi di responsabilità e che la mancata predisposizione del bilancio renderà impossibile effettuare interventi in città fino al prossimo giugno, mentre per quelli più importanti occorrerà almeno un anno: “Non si può pensare che da domani inizia il cambiamento della città”, ha detto. E poi: “Spero che la campagna elettorale sia finita e che l’attività amministrativa sia supportata da tutta la maggioranza ma anche dall’opposizione. La città ha bisogno di tutti e lavorerò con umiltà se mi si darà la possibilità”.

Dopo il benvenuto ai nuovi consiglieri, il primo cittadino ha fatto gli auguri di buon lavoro a tutti i membri dell’assise e presentato la nuova giunta composta da Renato Campoli, Alberto Ceri e Claudio Papacci. “Intendo lavorare per un periodo con questa giunta in attesa di nominativi di donne e di eletti in Consiglio in quanto scelti dal popolo”. 

Sono seguiti gli interventi di Capuzzo, Sarracino, Del Prete, Santilli, Cece, Melchionna, Leoni e Mazzoli, tutti incentrati sulla necessità di agire nell’interesse della città, mentre l’opposizione si è dichiarata disponibile alle proposte della maggioranza in cambio di un confronto che non si limiti ad una semplice presa d’atto. Innamorato ha sollecitato in particolare la costituzione delle commissioni consiliari e il nodo della gestione dei rifiuti.

E’ seguita la nomina per la Commissione elettorale che ha riconfermato Marco Squicquaro, Fabiola Ferraiuolo e Gianluca Del Prete quali membri effettivi, e Massimiliano Leoni, Carlo Cavazzina e Gerardo Melchionna quali supplenti. Ha concluso la seduta la nomina di Elio Sarracino e Mauro Contarino quali componenti della commissione comunale per la formazione degli elenchi dei Giudici popolari.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spaccio di droga e corruzione: 34 arresti a Latina. Coinvolti due agenti della polizia penitenziaria

  • Droga e corruzione in carcere, i nomi dei 34 arrestati dell'operazione "Astice"

  • Astice e cocaina in carcere: in cambio di favori soldi e droga agli agenti corrotti

  • Corruzione in carcere, il detenuto parla dell'ispettore: "Quando vuole mangiare fallo mangiare subito"

  • Latina, giallo in via Sabaudia: trovato il cadavere di un uomo in auto

  • Giallo di via Sabaudia, identificato l'uomo morto in auto: è il genero dello stilista Cavalli

Torna su
LatinaToday è in caricamento