Cisterna, il Consiglio approva il progetto di un parco commerciale alle ex Manifatture del Circeo

L’area in questione è sottoposta all’Agenzia Nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei Beni Sequestrati e confiscati alla Criminalità organizzata. La proposta avanzata dalla società Giafra

Il Consiglio comunale di Cisterna ha approvato il progetto preliminare, con assenso alla variante urbanistica, per la nascita di un parco commerciale e di un parco tematico-naturalistico nel dismesso stabilimento dell’ex Manifatture del Circeo. Un punto che è stato al centro di un acceso dibattito, insieme all’approvazione del bilancio consolidato esercizio 2018.

In apertura dell'assise, i consiglieri Sarracino, Innamorato, Santilli, Melchionna, Del Prete hanno interpellato il sindaco e gli assessori su eventuali sviluppi sul Punto di Primo Intervento sanitario, sulla manutenzione delle strade, sugli usi civici, sulla Pro loco e le manifestazioni di Cisterna Estate 2019 e Notte Bianca, sul potenziamento e promozione di iniziative di plastic free presso scuole e aziende. Il sindaco ha confermato che le azioni sia per la difesa del Ppi che per l’istituzione della Casa della Salute proseguono.

E' stato poi il progetto di riqualificazione e recupero del sito industriale dismesso della ex Manifatture del Circeo, presentato dalla Società Giafra s.r.l., ad accendere il dibattito. L’opposizione ha lamentato una scarsa documentazione presentata al riguardo oltre che dubbi sulla credibilità della realizzazione di questa imponente opera e anche sull’effettiva ricaduta economica positiva per il territorio comunale e per la sua occupazione. L’area in questione è sottoposta all’Agenzia Nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei Beni Sequestrati e confiscati alla Criminalità organizzata. La società Giafra ha avanzato la proposta di realizzazione di un parco commerciale  e di un parco tematico-naturalistico, mentre il Consiglio Comunale è chiamato ad esprimersi sull’approvazione del progetto preliminare e sulla variante urbanistica.

L’intervento, qualora realizzato, comporterebbe circa 5milioni di euro in oneri di urbanizzazione, oltre a circa 500 posti di lavoro. L'obiettivo è anche quello di trattenere entro i confini comunali gli acquirenti che attualmente si rivolgono a centri commerciali situati in altri comuni. Dopo una sospensione di 10 minuti, il Consiglio ha messo ai voti la proposta che è stata approvata con 10 voti favorevoli, 6 contrari, 3 astenuti. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gatto incatenato e maltrattato: la segnalazione a Latina

  • Cimitero di auto rubate in un terreno: scompare il materiale sequestrato

  • Guida Michelin 2020: c'è l’Acqua Pazza di Ponza tra i ristoranti “stellati” del Paese

  • Spaccio a piazza Moro, Girondino condannato a tre anni e mezzo di carcere

  • Tabacco riscaldato e sigarette elettroniche riducono dell'80% i livelli di monossido di carbonio: lo studio italiano

  • Tragico incidente a Terracina, auto contro un camion: muore una donna

Torna su
LatinaToday è in caricamento