Tipicità ed eco-sostenibilità, il Comune di Cori firma il protocollo d’intesa con Slow Food Italia

Il documento sottoscritto dal sindaco De Lillis nell’ultima giornata degli Stati Generali delle Comunità dell’Appennino, di cui la città di Cori è stata anche tappa ospitante dei cento delegati provenienti dal centro Italia

Anche Cori, insieme a Carpineto Romano, Segni e Priverno, tra le tappe della terza edizione degli Stati Generali delle Comunità dell’Appennino, il meeting biennale organizzato dall’1 al 3 dicembre da Slow Food Italia con l’obiettivo di elaborare strategie e proposte per le aree interne del Paese, in collaborazione con la Compagnia dei Lepini, la Provincia di Latina, la C.C.I.A.A. di Latina, l’Unione delle Camere di Commercio del Lazio, il Business Innovation Centre del Lazio.

Sabato pomeriggio i cento delegati provenienti da varie regioni della “spina dorsale della penisola”, accolti dal sindaco di Cori Mauro De Lillis e dall’assessore alla Cultura Paolo Fantini, hanno visitato il Complesso monumentale di Sant’Oliva e il Museo della Città e del Territorio di Cori, per poi cenare presso il Casale Stoza, ospiti della cantina Cincinnato e della Strada del Vino della Provincia di Latina, per le quali erano presenti anche i presidenti, Nazzareno Milita e Marco Carpineti.

Agricoltura e ambiente, turismo e reti sociali, ricerca e innovazione erano i tre argomenti al centro di altrettanti tavoli tematici ai quali hanno partecipato agricoltori, allevatori, pastori, produttori agroalimentari, amministratori, esperti universitari ed esponenti delle comunità del centro Italia, riuniti per evidenziare criticità e insufficienze, ma anche opportunità da sfruttare e possibili soluzioni. Il Comune di Cori è stato rappresentato dall'assessore all’Agricoltura Simonetta Imperia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tra le autorità istituzionali intervenute nella giornata di domenica all’assemblea planaria di chiusura presso l’Auditorium comunale di Carpineto Romano: il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti; il presidente e la vicepresidente di Slow Food Italia, Gaetano Pascale e Sonia Chellini; l’assessore all’Agricoltura, Caccia e Pesca della Regione Lazio, Carlo Hausmann; il presidente della Compagnia dei Lepini, Quirino Briganti. La conclusione dei lavori è stata anche l’occasione per la firma del protocollo d’intesa fra Slow Food Italia e i sindaci, “un impegno a perseguire lo sviluppo ecosostenibile e la tutela dell’ambiente e del territorio – spiega il primo cittadino di Cori – ma anche a valorizzare e promuovere le produzioni locali, come le nostre eccellenze enogastronomiche, l’olio, il vino e il prosciutto cotto al vino, per il quale ultimo è in arrivo il marchio di qualità De.Co. (Denominazione Comunale)”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ecco la prima mascherina senza elastici: l’idea di un giovane di Priverno

  • Aperte anche le spiagge libere, ecco le regole: bagno fino alle 19 e distanze di sicurezza

  • Coronavirus: nel Lazio 21 nuovi casi, in provincia 544 contagi totali

  • Stagione balneare al via, si torna al mare anche a Sabaudia: tutte le regole e i divieti

  • Coronavirus: nuovi contagi distribuiti nei comuni di Latina, Maenza, Priverno e Cisterna

  • San Felice Circeo, stagione balneare al via ma solo per prendere il sole: vietato il bagno in mare

Torna su
LatinaToday è in caricamento