Crisi nella maggioranza, Pd: “Una mozione per sfiduciare Di Giorgi”

Il Partito Democratico, dopo l'ultimo consiglio comunale del 30 aprile con Forza Italia che si è chiamata fuori dalla maggioranza, oggi presenterà una mozione di sfiducia contro il sindaco che invitano gli stessi azzurri a firmare

Alessandro Cozzolino, capogruppo del Pd in Consiglio

Una mozione di sfiducia per far cadere subito il governo Di Giorgi. La presenteranno questa mattina gli uomini del Pd che chiederanno anche al presidente Calandrini di fissare subito un consiglio comunale per ufficializzare la crisi. “Riteniamo urgente e importante fare chiarezza nelle sedi istituzionali per capire chi è con Di Giorgi e chi no” commentato i democratici

La decisione del Partito Democratico arrivata dopo la riunione della segreteria comunale e del gruppo consiliare di sabato mattina a poche ore dal Consiglio comunale del 30 aprile durante il quale Forza Italia si è chiamato fuori dalla maggioranza.

“La decisione di presentare una mozione di sfiducia – affermano il segretario Quattrola ed il capogruppo Cozzolino – è la presa d’atto che a Latina non esiste più una maggioranza, non c’è più un governo che possa decidere per il bene della città. Proprio per questo crediamo che sia giunto il momento di concludere l’esperienza politica di Di Giorgi e di dare la città in mano ad un Commissario che possa traghettare Latina fino alle prossime elezioni del 2016”.

“Durante l’ultimo Consiglio comunale – affermano dalla Segreteria comunale e dal Gruppo Consiliare – i consiglieri di Forza Italia hanno deciso di lasciare la maggioranza ed abbandonare tutte le proprie deleghe. La loro decisione è stata giustificata con il cattivo lavoro di questi mesi e le non decisioni portate avanti da Di Giorgi. Ora gli stessi consiglieri di maggioranza, che appena qualche giorno fa hanno dimostrato di condividere il pensiero e le argomentazione che il Pd porta avanti da mesi, sono invitati dal Pd a firmare la nostra mozione di sfiducia così da poter determinare la caduta effettiva del sindaco Di Giorgi e la fine della consiliatura”.

“Il regolamento comunale  – concludono il segretario Quattrola e il capogruppo Cozzolino – richiede la firma dei 2/5 (due quinti) dei consiglieri comunali per poter presentare la mozione. Il Partito Democratico non ha questi numeri ma se ci fossero le firme di chi, nei giorni scorsi, ha ufficializzato la fuoriuscita dalla maggioranza, potremmo presentare ufficialmente la mozione di sfiducia”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spaccio di droga e corruzione: 34 arresti a Latina. Coinvolti due agenti della polizia penitenziaria

  • Sezze, prostituzione minorile: 50enne fa sesso con una ragazzina pagando la madre

  • La buona sanità a Formia, bimbo cade e si rompe la milza: il chirurgo torna in ospedale e lo salva

  • Lavori sulle condotta idrica, Latina senza acqua giovedì 12 settembre

  • Garage a fuoco in via Geminiani: evacuato un palazzo. Intossicati alcuni residenti

  • Incidente sul lavoro a via Monti, lesioni compatibili con la caduta dal ponteggio

Torna su
LatinaToday è in caricamento