Dimissioni dell'assessore Costanzo, i consiglieri di Lbc: “Siamo rammaricati”

A qualche giorno dalle dimissioni annunciate da Antonio Costanzo, l’intervento del gruppo consiliare di Latina Bene Comune: “Il nostro percorso pi vivo che mai anche grazie al suo lavoro”

Antonio Costanzo con il sindaco Coletta

A qualche giorno dalle dimissioni dell’assessore Antonio Costanzo, dopo le parole del sindaco Coletta e la lettera  aperta del segretario di Lbc Pietro Gava, intervengono anche i consiglieri di maggioranza di Latina Bene Comune.  

“Con la presente i Consiglieri del gruppo di maggioranza di Latina Bene Comune, vogliono esprimere tutto il proprio rammarico per la scelta di Antonio Costanzo di dimettersi da assessore al Personale. Siamo coscienti di quanto questo passo sia stato sofferto” si legge nella nota a firma del gruppo consiliare.

“Un ruolo importante quello esercitato in questi anni da Antonio, che lo ha visto sempre impegnato in prima linea, con le sue professionalità e la sua generosità, dalla stesura del programma di Latina Bene Comune, all’impegno profuso come assessore, oltre al supporto offerto al gruppo dei Consiglieri.

Ciò di cui siamo convinti - proseguono i consiglieri di Lbc - è che il lavoro fin qui svolto da Antonio Costanzo è, e rimane, nel Dna dell’azione amministrativa e del movimento Latina Bene Comune il cui percorso, anche grazie al suo lavoro, anche grazie a questo gesto se si vuole diretto e tranchant così com’è il carattere e l’agire di uno dei fondatori del nostro movimento, è più vivo che mai”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Usura e spaccio, Antonio Di Silvio intercettato: "Io non sono uno zingaro come gli altri"

  • Preso con due etti di cocaina dopo un inseguimento, in lacrime davanti al giudice

  • Furti di auto col trucco dello "spinotto": confessa uno dei ladri della banda

  • Violenta lite all’autolavaggio, tre arresti per tentato omicidio. Pestato un 48enne

  • Cinque chili di droga nascosta nell’armadio, impossibile dimostrare che era sua: assolto

  • Lo Zecchino d’Oro “canta” anche pontino: terzo posto per un bambino di Sabaudia

Torna su
LatinaToday è in caricamento