Operazione Touch Down: si è dimessa il sindaco di Cisterna Eleonora Della Penna

La decisione a due giorni dagli arresti nell'ambito dell'indagine dei carabinieri che ha travolto il Comune di Cisterna. Della Penna: "Chiedo scusa pubblicamente per non aver individuato con oculata attenzione atteggiamenti e condotte lesive della dignità di tutti noi"

Eleonora Della Penna

Si è dimessa il sindaco di Cisterna Eleonora Della Penna.

La decisione del primo cittadino, e presidente della Provincia, arriva a due giorni dall'operazione dei carabinieri “Touch Down” che ha travolto proprio il Comune di Cisterna facendo luce su un presunto giro di mazzette e appalti pilotati. 

Questa mattina Della Penna, “valutata la situazione politico amministrativa venutasi a creare”, con un una nota indirizzata al Segretario generale dell’Ente (nella foto in basso il testo integrale) ha così rassegnato le proprie dimissioni.

“E’ necessario ringraziare con stima e assoluta fiducia tutte le forze dell'ordine della provincia di Latina, la magistratura pontina, certa che saprà far emergere tutta la verità su un caso così grave e denigrante per la nostra amata Csiterna” scrive Eleonora Della Penna. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 “Nonostante abbia ricevuto segni inequivocabili di vicinanza e sostegno da parte di tantissimi cittadini, con la presente sono a chiedere scusa pubblicamente per non aver individuato con oculata attenzione atteggiamenti e condotte lesive della dignità di tutti noi. Non posso, come tutti - prosegue ancora nella nota -, che essere sconvolta e amareggiata per quando accaduto ma ho sempre detto e sostenuto che chi governa è chiamato a prendere decisioni e questa scelta - che non va interpretata come una ammissione di responsabilità giuridica né tantomeno un colpo di spugna sul piano politico - rappresenta un atto dovuto di correttezza politica e dignità personale volto anche a stabilire un minimo di serenità nei due enti che rappresento”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sperlonga, tromba d'aria si abbatte sul litorale: danni agli stabilimenti

  • Presi con 22 chili di cocaina nel camion della frutta: "Non sapevamo nulla"

  • Coronavirus, due nuovi casi in provincia: positivi a Latina ed Aprilia

  • Coronavirus: un nuovo caso in provincia. Rilevati in aeroporto 36 positivi dal Bangladesh

  • Coronavirus, 14 casi nel Lazio. Regione: “A Terracina positivo un uomo del Bangladesh”

  • Lutto nell'Arma: stroncato da un malore un luogotenente dei carabinieri del Nas di Latina

Torna su
LatinaToday è in caricamento