Discariche di Latina e Aprilia: il punto nella Commissione regionale. "No ai rifiuti da Roma"

Ieri l'audizione in Regione sui siti della provincia pontina

"No ai rifiuti da Roma". E' la posizione ribadita dal consigliere regionale di FI Giuseppe Simeone a margine dell'audizione, in commissione regionale, sulle discariche di Aprilia e di Borgo Montello. Si è fatto il punto dunque sulla questione rifiuti in provincia di Latina. "Sono del parere - ha puntualizzato Simeone - che la provincia di Latina debba chiudere autonomamente il proprio ciclo dei rifiuti. In merito all’audizione in commissione rifiuti, ho ribadito una posizione già ben nota. La provincia di Latina non può pagare ulteriori servitù, dopo essere stata pesantemente penalizzata in passato. Dobbiamo essere parte attiva e non lasciare ai burocrati la gestione del territorio pontino. Non bastano valutazioni oggettive sull’eventuale idoneità di una zona ad ospitare nuovi impianti, ma è necessario fare un’analisi socio-economica dei diversi contesti".

"La provincia di Latina - spiega - produce 288.000 tonnellate di rifiuti annui, di questi solamente 100.000 circa riguardano la differenziata, mentre quasi 190.000 sono indifferenziati. L’obiettivo della Regione Lazio è arrivare a quota 70% di raccolta differenziata entro il 2025 ed anche in provincia di Latina occorre spingere in tal senso. Ricordo che il piano provinciale dei rifiuti a Latina c’è gia, magari sarà anche migliorabile, ma è fondamentale che il ciclo venga chiuso comunque nell’ambito locale. Devo constatare con rammarico - aggiunge il consigliere di Forza Italia - l’assenza nella seduta odierna della commissione sia del direttore dell’area rifiuti della Regione Lazio che dell’assessore Valeriani. L’ente regolatore doveva essere presente in questa circostanza. Attendiamo da dicembre 2013 il piano regionale dei rifiuti, ovvero dall’epoca dell’annuncio fatto proprio dal governatore Zingaretti. Ad oggi abbiamo ricevuto solo le linee strategiche e nulla di più. Mi trovo costretto a chiedere all’amministrazione regionale, ancora una volta, di procedere con rapidità alla definizione del piano dei rifiuti mettendo a punto una programmazione attenta degli interventi da effettuare che tenga in considerazione le esigenze dei singoli territori”.

Non sono mancate le polemiche anche da parte della Lega: "Nicola Zingaretti, l'assessore regionale ai Rifiuti Massimiliano Valeriani e il direttore della Direzione regionale Flaminia Tosini, nonostante la comunicazione inviata nei giorni scorsi alla presidenza di commissione - accusano il capogruppo in Consiglio regionale Orlando Tripodi e i consiglieri di Latina e Aprilia Vincenzo Valletta e Roberto Boi - scappano dall'audizione sulle discariche a Borgo Montello e ad Aprilia. È un atteggiamento irrispettoso e vergognoso, come avvenuto in precedenza sulla Sep, nei confronti dei cittadini''. Pronta è arrivata però la replica del consigliere regionale Pd Enrico Forte: “Stupiscono le dichiarazioni della Lega rispetto ad una presunta fuga del presidente Zingaretti e dell’assessore Valeriani nell’audizione della Commissione X. Occorre precisare che il Governatore della Regione non era invitato e che l’assessore competente aveva già partecipato ad un incontro sul tema dimostrando sempre la sua disponiiblità recandosi anche sul territorio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sull'Appia tra un'auto e un camion: la vittima è Maria Angela Parisella

  • Gatto incatenato e maltrattato: la segnalazione a Latina

  • Cimitero di auto rubate in un terreno: scompare il materiale sequestrato

  • Due rapine in un'ora a Latina: bandito a segno in via Cisterna, il colpo salta a Santa Maria

  • Tragedia a Latina: un uomo si toglie la vita sparandosi con un'arma da fuoco

  • Tragico incidente a Terracina, auto contro un camion: muore una donna

Torna su
LatinaToday è in caricamento