Elezioni, Roberto Berardi capolista per Calvi: “Riportare la moralità al centro della vita”

Oggi la presentazione della candidatura dell'imprenditore pontino per oltre due anni detenuto in carcere in Guinea Equatoriale: "Ho scelto la squadra di Calci perché quella più sana; moralità sarà la mia parola d'ordine"

E’ pronto a scendere in campo per sostenere la candidatura a sindaco del leader di Forza Italia, Roberto Berardi che sarà il capolista della lista di Alessandro Calvi alle prossime elezioni comunali. 

E questa mattina l’imprenditore pontino per oltre due anni detenuto nel carcere di Bata in Guinea Equatoriale ha ufficializzato la sua candidatura nel corso di una conferenza stampa durante la quale ha spiegato le ragioni che lo hanno spinto ad intraprendere questa, nuova, strada. 

“Circolando in tutti i tavoli politici del centrodestra, negli ultimi tre mesi, e carpendone i profili di ognuno, dopo tante riflessioni ho fatto una scelta trovando in quella di Alessandro Calvi la squadra più sana e più onesta; onesta sulla base delle ‘promesse non fatte’, perché in questo momento nessun candidato è nella condizione di fare delle promesse - ha detto Berardi durante la conferenza -. E proprio Calvi non mi ha fatto nessuna promessa ma si è limitato a prospettarmi la filosofia del partito e a delinearmi un quadro della situazione attuale: da qui la mia scelta di affiancarlo in questa battaglia”.

“Il giorno stesso in cui sono atterrato all’aeroporto dopo la triste storia che conoscete - ha proseguito -, ho trovato una città deteriorata non solo sull’aspetto strutturale, ma soprattutto su quello morale; ho trovato dei cittadini depressi e in uno stato di insicurezza. Ora è arrivato il momento di metterci in gioco per cambiare questo stato di cose; Alessandro sa di avere al suo fianco una spalla robusta e soprattutto responsabile nei confronti di quelli che sono i bisogni della città” con una parola d’ordine, quella di “riportare la moralità al centro della vita”. 

“La mia - ha concluso Berardi - sarà una doppia responsabilità, quella di buon dirigente e quella di buon cittadino soprattutto per dire grazie a Latina che mi è stata vicino nel momento più difficile della mia vita ed è stata un motore importante per la risoluzione della mia triste storia”.

“Partendo dalla comune passione per l’Africa sono nate le nostre prime chiacchierate e i primi confronti durante le quali Roberto, che subito mi ha mostrato di essere pronto a mettersi in gioco, ha giustamente messo in evidenza alcune criticità che c’erano nella città” ha spiegato durante la conferenza Calvi che ha subito evidenziato alcuni punti su cui punterà una futura amministrazione guidata da Forza Italia, vale a dire l’attenzione al terzo settore. 

Quella che ci aspetta sarà una campagna elettorale ancora lunga e piena di insidie ma forse la più bella degli ultimi 20 anni proprio perché per la prima volta il centrodestra arriva alla competizione elettorale diviso, ma siamo consapevoli del fatto che da giugno noi governeremo questa città: dopo che per 20 anni Forza Italia ha dato un valore aggiunto a tutti, se i cittadini decidessero di farci vincere questa competizione, credo che faremmo l’effetto Finestra con 19 consiglieri comunali. E proprio  Finestra e Corona sono i due sindaci a cui mi sono ispirato, perché hanno governato questa città, anche se in modo diverso, con capacità sia amministrative che decisionali. E questo io vorrei cogliere da loro”. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spaccio di droga e corruzione: 34 arresti a Latina. Coinvolti due agenti della polizia penitenziaria

  • Droga e corruzione in carcere, i nomi dei 34 arrestati dell'operazione "Astice"

  • Astice e cocaina in carcere: in cambio di favori soldi e droga agli agenti corrotti

  • Corruzione in carcere, il detenuto parla dell'ispettore: "Quando vuole mangiare fallo mangiare subito"

  • Latina, giallo in via Sabaudia: trovato il cadavere di un uomo in auto

  • La buona sanità a Formia, bimbo cade e si rompe la milza: il chirurgo torna in ospedale e lo salva

Torna su
LatinaToday è in caricamento