Elezioni 2016, Salvini in piazza del Popolo. Annunciato l’accordo con Nicola Calandrini

Raggiunta l'intesa con il candidato sindaco di Fratelli d'Italia annunciata direttamente dal palco di piazza del Popolo. Poi Salvini rivolto ai cittadini: "Vi auguro di fare la scelta giusta il prossimo 5 giugno e di riprendervi la vostra città"

Matteo Salvini e Nicola Calandrini sul palco di piazza del Popolo

Noi con Salvini a Latina sosterrà la candidatura a sindaco di Nicola Calanbdrini. L’annuncio ieri sera, lunedì 18 aprile, in una piazza del Popolo gremita da qualche centinaia di persone poco prima che a salire sul palco fosse proprio Matteo Salvini. 

Un annuncio accolto con qualche fischio dalla platea che forse sperava in una corsa solitaria nel capoluogo pontino del movimento guidato dal leader della Lega Nord. 

Riproposte, dunque a Latina - così come anche a Terracina dove qualche ora prima Salvini ha tenuto un comizio in sostegno della candidatura di Nicola Procaccini alle prossime elezioni - le alleanze che già si sono create a Roma.

E nell’attesa che Salvini salga sul palco a prendere la parola è Matteo Adinolfi, vice coordinatore di Ncs Latina: “In 8 giorni abbiamo messo in piedi una squadra meravigliosa e siamo riusciti a riempire questa piazza; siamo pronti a confrontarci con tutti in queste elezioni seguendo una sola parola d’ordine, legalità”. “Trasparenza e legalità: questo quello che Matteo Salvini vuole riportare nella casa comunale di Latina” gli fa eco Raffaele Allocca coordinatore comunale del movimento. 

Poi l’annuncio da parte del senatore Marco Centinaio del candidato sindaco che sarà sostenuto da Noi con Salvini, Nicola Calandrini. “Grazie alla Lega nazionale e agli amici provinciali di Noi con Salvini - ha detto il candidato sindaco salendo sul palco -; questo è un momento importante perché Matteo Salvini così sta dando una nuova speranza al centrodestra che sta assumendo una nuova forma”. 

Alla fine il momento più atteso dalla gente giunta ieri in piazza del Popolo, il comizio di Matteo Salvini che in circa mezz’ora di intervento si è soffermato sui temi a lui più cari a livello nazionale dalla legge Fornero al problema dell’immigrazione (“prima gli italiani e poi il resto del mondo”, “accogliere chi merita di essere accolto”) e dei campi rom abusivi, passando per gli studi di settore e la legittima difesa arrivando fino alla famiglia “composta da una madre e un padre” e la questione delle adozioni gay. 

Non sono mancati i contestatori mischiati tra la folla subito zittiti dal leader della Lega dal palco. 

“Noi per Latina non proponiamo miracoli perché siamo gente normale e piena di difetti, ci impegnamo a fare poche cose, ma da persone testarde e coraggiose siamo pronti a portarle fino in fondo: il lavoro prima di tutto e la sicurezza. Piazze come queste di Latina ci dicono che siamo sulla strada giusta, perché io ero abituato a vederle a Bergamo o a Varese, e questo mi riempie di orgoglio perché o ci liberiamo tutti insieme da nord a sud o ci fanno fessi tutti insieme da nord a sud”.

matteo_salvini_latina_2-2 matteo_salvini_latina_1-2

“Su Latina non entro nel merito - ha detto Salvini al termine del suo comizio -, da autonomista ritengo che ognuno debba essere libero di scegliere per il destino del suo Paese o della sua comunità, ma vi auguro di fare la scelta giusta il prossimo 5 giugno e di riprendervi la vostra città". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Oggi il leader della Lega nord sarà ancora a Latina; due gli incontri in programma oggi, il primo con i cittadini nell’area del mercato settimanale di via Rossetti. 

LA VISITA AL MERCATO SETTIMANALE DI SALVINI

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Latina: 237 contagi in provincia, 195 casi positivi in più nel Lazio in un giorno

  • Coronavirus, controlli della polizia: scoperta parrucchiera che lavorava in casa. Denunciata

  • Coronavirus Latina: nel Lazio 2.642 positivi, ma ci sono 24 guariti nelle ultime 24 ore

  • Coronavirus, Latina piange la morte del ginecologo Roberto Mileti. E' la tredicesima vittima in provincia

  • Terracina, 250 mascherine donate al Comune. Il biglietto: "Dal vostro concittadino Gabriele Orlandi"

  • Coronavirus: 12 casi in più in provincia, 13 i morti. Ma i guariti salgono a 21

Torna su
LatinaToday è in caricamento