Elezioni 2016 - Gianni Chiarato non ci sta: “I sondaggi? Sono del tutto inaffidabili”

La polemica del candidato sindaco: "Le nostre rilevazioni dicono ben altro; il risultato elettorale vedrà ridimensionato il quadro di cui oggi si straparla"

Gianni Chiarato non ci sta e commenta duramente gli esiti dei sondaggi che sono stati pubblicati nei giorni scorsi e che definisce “del tutto inaffidabili”. 

“La loro stessa continua variabilità ne è la prova - prosegue -. Tutti sanno che il risultato di un sondaggio può essere facilmente pilotato sia sul campione che nell’esposizione delle domande ed è proprio quello che si evidenzia in questi sondaggi. Altrimenti non si spiega questa altissima incoerenza nei risultati. 

Per quello che mi riguarda - prosegue il candidato sindaco sostenuto dalle due liste FARE! con Flavio Tosi e Latina Città del Sole - faccio delle considerazioni rispetto ad una rilevazione che mi vede all’0,8%. In pratica vorrebbe dire che la mia candidatura con due liste a sostegno non raggiungerebbe i 700 voti in tutto. Il tutto su un campione di 800 persone che sono, presumibilmente, l’1% dei votanti o poco più. Una percentuale risibile estratta probabilmente da un settore della città che non prevede i Borghi in particolare Montello, Bainsizza, SantaMaria. In ogni caso sarebbe come cantare vittoria subito dopo aver avuto i risultati di una sola sezione su poco più di cento, tante quante  sono le sezioni elettorali di Latina”. 

“Invece - continua Chiarato - le nostre rilevazioni dicono ben altro, ovvero che tutti i candidati sindaco oggi accreditati da questi sondaggi con alte percentuali si trovano in realtà in condizioni molto diverse ed il risultato elettorale vedrà ridimensionato il quadro di cui oggi si straparla. Anzitutto sono su un campione molto più alto e trasversale sul territorio. E le domande sono state poste sul ‘gradimento’ nei confronti dei vari candidati dove per gradimento sono state specificate la competenza, la fiducia, il comportamento etico e decisionale. Poi sono state esposte alcune domande sui vari servizi amministrativi ai cittadini e di stabilirne le priorità e sono emerse nell’ordine che le criticità più sentite sono sul lavoro, sulla sicurezza, sul decoro urbano e sulla salute. Senza trascurare i sevizi ai più deboli, l’aiuto alle famiglie e la ZTL”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alla guida di una Smart a 145 km/h sulla Pontina: patente ritirata a un automobilista

  • Torna l’ora solare: lancette dell’orologio indietro, ecco quando spostarle

  • Infermiera caposala del Goretti rubava farmaci e ricette, condannata a due anni

  • Concorso per lavorare in Senato: come candidarsi

  • I “4 Ristoranti” di Alessandro Borghese sulla Riviera d’Ulisse: trionfa la Ricciola Saracena

  • Un uomo colto da infarto in strada: salvato da un medico e dal 118

Torna su
LatinaToday è in caricamento