Erba alta, Calvi: “Inserire il taglio del verde nella gara d’appalto europea sui rifiuti”

La proposta del candidato sindaco di Forza Italia: "Per sette anni la nostra città sarebbe pulita e gli interventi necessari sarebbero svolti con regolarità. Il taglio dell'erba deve avvenire con regolarità e non sotto la scure dell'emergenza"

Inserire il taglio del verde nella gara d’appalto europea sui rifiuti”: questa la proposta che arriva dal candidato sindaco di Forza Italia, Alessandro Calvi. 

“A Latina la gestione del verde pubblico, purtroppo, è diventata una emergenza che cresce ogni giorno anche per l’avvicinarsi della stagione estiva e delle abbondanti piogge degli ultimi mesi. Interi quartieri sembrano essere stati inglobati dall’erba cresciuta a dismisura” commenta Calvi. 

“I parchi dove si recano le famiglie, dove i bambini devono trovare un ambiente pulito e sicuro, sono in condizioni di degrado. Per molto meno in passato le responsabilità sono ricadute sulla politica e oggi dobbiamo prendere atto che quelle critiche erano strumentali. Una situazione al limite dell’inverosimile a cui si devono dare risposte rapide e, soprattutto, definitive

Il taglio dell’erba  - prosegue il candidato sindaco di Forza Italia - deve avvenire con regolarità e non sotto la scure dell’emergenza. In questi mesi il commissario Barbato è riuscito a svolgere un ottimo lavoro inserendo tra i progetti da attuare anche la gara d’appalto per il verde pubblico che, tuttavia, tra i tempi di istruttoria e di affidamento, porterà a dare decoro a Latina tra non meno di un mese e solo con carattere di straordinarietà”. 

Da qui la proposta che Calvi definisce “percorribile” e che “potrebbe avere risultati positivi, sia sul piano del ribasso d’asta che per assicurare la continuità del servizio”; vale a dire quella di “inserire nella gara d’appalto europea per l’affidamento della gestione e dello smaltimento dei rifiuti nel nostro Comune, anche il servizio di gestione del verde pubblico. 

Per sette anni la nostra città sarebbe pulita e gli interventi necessari sarebbero svolti con regolarità. Oggi la gara d’appalto è stata bloccata, a seguito della verifica della sua compatibilità con le nuove procedure. Mi auguro che il commissario prenda in considerazione l’ipotesi che ho avanzato e che in questa  fase di revisione possa inserire anche questa clausola che darebbe, inoltre, risultati importanti anche sul piano dell’occupazione”. 

Nel frattempo, vista la straordinarietà, l’urgenza e la criticità in alcuni punti della città, qualora il commissario lo ritenga opportuno, sempre nel rispetto delle normative - conclude Calvi -, si potrebbe ricorrere al lavoro delle cooperative sociali, nelle quali diversi giovani e meno giovani vivono una situazione di disagio personale e sociale di cui non possiamo non tener conto”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Daniele Nardi: a un anno dalla scomparsa la moglie racconta l'impresa sul Nanga Parbat

  • Incidente sulla Pontina: perde il controllo dell’auto, muore un uomo di 39 anni

  • Coronavirus, Comune di Sezze: “Due pullman in arrivo da Venezia. Situazione monitorata”

  • Coronavirus, Regione: “Scuole chiuse nel Lazio e manifestazioni pubbliche vietate? Fake news”

  • Sette etti di cocaina e un revolver nascosti in casa: blitz e arresto della squadra mobile

  • Camionista di Sezze denunciato dai carabinieri a Pordenone: guidava in stato di ebbrezza

Torna su
LatinaToday è in caricamento