Elezioni - Forte illustra il programma: “Trasparenza e legalità le parole d’ordine”

Il candidato sindaco del Pd ha illustrato il suo programma in un faccia a faccia con i giornalisti: dalla riduzione dei costi della politica, per abbassare le tasse, alla sicurezza e i rifiuti passando per la Marina e l'urbanistica

Sicurezza, rifiuti, urbanistica, lido, le partecipate e la manutenzione ordinaria della città: sono alcuni dei temi affrontati da Enrico Forte durante un faccia a faccia con i giornalisti attraverso il quale ha illustrato il suo programma. 

Trasparenza, legalità e merito: le parole d’ordine di questa campagna elettorale per il candidato sindaco del Pd; “non è un caso se sia io che i candidati delle liste che mi sostengono abbiamo firmato un patto per la trasparenza in 10 punti, la stella polare che deve orientare le nostre scelte”  perché, prosegue Forte “penso che questo sia propedeutico a qualsiasi azione amministrative che vogliamo fare”. 

“Credo che sia importante introdurre elementi di trasparenza nella macchina amministrativa, a partire dall’agenda digitale, e-democracy, open data, vale a dire tutte quelle forme che permettono ai cittadini non solo di conoscere ma anche di intervenire nei procedimenti: le forme di partecipazione, il far sì che i cittadini decidano insieme agli amministratori deve essere il punto sul quale fondare qualsiasi politica amministrativa”. 

RIDUZIONE DEI COSTI DELLA POLITICA - “Nel 2015 nel Comune di Latina sono stati pagati 240mila euro di spese di rappresentanza, vale a dire cene, convegni o trasferte che poi si rivelano inutili o infruttuose. Una somma inaccettabile, perché io credo che le spese di rappresentanza non debbano esserci o comunque devono essere ridotte al minimo. Per quanto riguarda la mia persona, se sarò eletto sindaco non solo un secondo dopo mi dimetterò da consigliere regionale, ma rinuncerò anche al tfr che è previsto per il sindaco. 

Pensiamo anche al dimezzamento del numero delle commissioni consiliari, obbligando i commissari a partecipare per tutta la durata della seduta; i soldi che verranno risparmiati potranno essere così utilizzati per ridurre la tassazione”.  

SICUREZZA - “La prima sicurezza che un’amministrazione comunale può garantire ai cittadini è la presenza costante h24 dei vigili urbani sulle strade” a cui unire, secondo il candidato sindaco del centrosinistra anche un sistema di videosorveglianza e una collaborazione con tutte le forze dell’ordine. “Ma i temi della sicurezza sono sostanzialmente legati al degrado urbano: più questo è forte più c’è un senso di insicurezza e di malessere. In questo senso dobbiamo pensare ad interventi per combattere il degrado urbano come la pubblica illuminazione, tagliare l’erba, rendere le strade vivibili, la raccolta differenziata, spazi pubblici che rendano la città vivibile”, ha spiegato Forte portando ad esempio il quartiere Nicolosi - “uno dei più belli della città che si trova in centro ma per come è ridotto sembra di stare in periferia” -, per il quale deve essere pensato un progetto di riqualificazione. 

RIFIUTI - Sul tema dei rifiuti, immediato il riferimento alla Latina Ambiente: “bisogna pensare ad una gara europea per la nuova gestione; basta con i consigli di amministrazione e le società miste come la stessa Latina Ambiente che non ha più senso di esistere”. Poi bisogna pensare “ad una raccolta differenziata spinta e al porta a porta”; e ancora “vanno chiuse le discariche, non c’è bisogno di nessun nuovo impianto di trattamento meccanico e biologico, mentre l’unico ragionamento che si può fare è sull’impianto che utilizza lo scarto della differenziata”. 

MARINA DI LATINA - Per lo sviluppo della Marina di Latina, per Forte che vede nella portualità un importante elemento, non si può non considerare come risorsa “vera” la parte del Parco Nazionale del Circeo. “In questi anni abbiamo intrattenuto rapporti pessimi con il Parco e la Forestale, ma quella parte e il Fogliano sono aree che vanno valorizzate. Per il tratto tra Capoportiere e Foce Verde - ha spiegato l’aspirante primo cittadino - la priorità è terminare la viabilità per poi fare un ragionamento serio sulla pedonalizzazione e tutta una serie di interventi e progetti per cercare di fare in modo che il lungomare viva 12 mesi l’anno, per riportare la vita quotidiana anche verso il mare”.  L’altro importante punto per il candidato sindaco del Pd è la costituzione della Cabina di Regia per l’Economia del Mare, e mettere insieme diverse realtà come ad esempio attività ricettive, quelle turistiche, lo sport, la pesca facendole cooperare tra loro.

URBANISTICA - In tema di urbanistica, per Forte “non c’è bisogno di altro consumo di suolo, ma c’è bisogno di un piano di edilizia residenziale pubblica fatto con materiali non impattanti dal punto di vista ambientale. Sui piani particolareggiati sospesi c’è poco da fare: vanno ripresi e comprese le criticità, vanno rivisitati secondo i criteri che sono stati individuati e sulla base delle indicazioni che sono state aggiunte dopodiché faranno l’iter che dovranno fare” ha detto. 

NUOVO OSPEDALE - “Io sono per il nuovo ospedale - ha concluso Forte -, da realizzare nell’area già individuata da Zaccheo e Marrazzo che non è di proprietà regionale e che sta a Borgo Piave. Nel frattempo che ci si attiva per questo progetto, e visto che la Regione ha riconosciuto il Goretti Dea di II livello, bisogna lavorare affinché l’attuale struttura, che comunque ha oltre 50 anni, garantisca meglio il diritto alla salute”.  

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Concorso per lavorare in Senato: come candidarsi

  • Torna l’ora solare: lancette dell’orologio indietro, ecco quando spostarle

  • Ritrovato alla stazione Termini Valerio Federici, era scomparso da Aprilia il 15 ottobre

  • Aprilia, scomparso da casa Valerio Federici: l'appello per ritrovarlo

  • Cosa fare nel weekend? Ecco gli eventi a Latina e Provincia

  • Maxi frode con auto di lusso, l'operazione tocca Latina: un arresto a Terracina

Torna su
LatinaToday è in caricamento