Presidenza della Provincia, Coletta scende in campo: "Gioco tutto sui temi"

Il sindaco di Latina ufficializza la propria candidatura corsa per la presidenza di via Costa. Sfidanti il sindaco di Pontinia Carlo Medici e Giada Gervasi di Sabaudia

Ci ha pensato a lungo e alla fine ha deciso di ufficializzare la sua candidatura alla presidenza della Provincia. Il sindaco di Latina Damiano Coletta ha presentato questa mattina in via Costa le 74 firme che lo sostengono e poco dopo ha convocato la stampa per spiegare le sue ragioni. Gli sfidanti sono il sindaco di Sabaudia Giada Gervasi, che ha strappato l'accordo con tre sindaci e parte del centrodestra, e Carlo Medici, sindaco di Pontinia, sostenuto da una parte del Pd e da Forza Italia.

Coletta non si tira indietro e conferma di giocare questa partita a modo suo, "partendo dai temi" e spendendo il suo ruolo di mediatore su alcuni nodi cruciali che riguardano il territorio. "E' una competizione di secondo livello dove non sono i cittadini a scegliere - ha spiegato Coletta - Si devono cercare accordi e convergenze. E' una competizione difficile. C'è il rischio di perdere e chi mi conosce lo sa che io non amo perdere, ma vale la pena rischiare. Ho ricevuto diverse chamate di sindaci che mi invitavano a dare la mia disponibilità e ho quindi ritenuto che fosse importante, per il rpimo cittadino del capoluogo di provincia, mettersi in gioco".

Il primo cittadino ha poi inevitabilmente parlato del rapporto con le civiche pontine e con Giada Gervasi. "Mi sono trovato con un pacchetto già pronto frutto di un accoordo con tre sindaci, ma penso invece che questa scelta doveva essere condivisa , dovevano essere consultati i consiglieri, perché nel voto uno vale uno. Ora si gioca invece a mostrare la patente del civismo, cosa che in questo contesto è fuori luogo. Allora la rivendico anche io. Sul tavolo non metto poltrone o strategie politiche, ma temi. E se gioco una partita su questo la gioco a testa alta".

Primo grande tema affrontato dal sindaco Coletta è quell'acqua pubblica e di un percorso che in questi mesi lo ha visto protagonista di un'opera di mediazione e concertazione nell'ambito della conferenza dei sindaci: "Mi sono speso molto - ha precisato - anche per bloccare la trattativa del socio privato con Acea e per individuare un cronoprogramma in questo percorso di ripublicizzazione. Ogni delibera è stata votata all'unanimità". Altro tema, i rifiuti: "Su questo Latina - spiega ancora - ha fatto una scelta precisa, ammirata al livello nazionale. E anche qui si gioca una partita importate con il progetto di un Ato dei rifiuti e di tre sub ambiti". "Acqua e rifiuti - dice Coletta - saranno temi importanti e non voglio disperdere il lavoro fatto. Temo che con altri candidati e altre coalizioni non si farebbero le stesse scelte". 

Ad appoggiare la candidatura di Damiano Coletta alla presidenza della Provincia l'ala del Pd che fa capo all'ex sottosegretario Sesa Amici, ma il sindaco fa intendere di aver conquistato anche sindaco di centrodestra. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spaccio di droga e corruzione: 34 arresti a Latina. Coinvolti due agenti della polizia penitenziaria

  • Droga e corruzione in carcere, i nomi dei 34 arrestati dell'operazione "Astice"

  • Sezze, prostituzione minorile: 50enne fa sesso con una ragazzina pagando la madre

  • Astice e cocaina in carcere: in cambio di favori soldi e droga agli agenti corrotti

  • La buona sanità a Formia, bimbo cade e si rompe la milza: il chirurgo torna in ospedale e lo salva

  • Latina, giallo in via Sabaudia: trovato il cadavere di un uomo in auto

Torna su
LatinaToday è in caricamento