Elezioni Comunali 2012, voto disgiunto: ecco come funziona

Consiste nel poter votare, solo nei comuni con più di 15mila abitanti, per un candidato sindaco e una lista diversa da quelle che lo sostengono. Vediamo anche le altre possibilità di voto

Le elezioni amministrative sono ormai alle porte, e i cittadini dei 9 comuni pontini – Castelforte, Cori, Gaeta, Minturno, Ponza, San Felice, Santi Cosma e Damiano, Sezze, Sonnino – sono pronti per andare alle urne.

Si potrà votare dalle 8 alle 22 di domenica 6 maggio e dalle 7 alle 15 di lunedì 7 maggio; mentre le operazioni di scrutinio inizieranno subito il 7 maggio alla chiusura delle votazioni.

COME SI VOTA – La scheda che verrà consegnata agli elettori prevede l’elenco dei nomi e cognomi dei candidati sindaco, scritti all’interno di un apposito rettangolo; al fianco sono riportati i contrassegni della lista o delle liste a cui il candidato è collegato. 

L’elettore può scegliere tra 4 diverse modalità di voto:

-    può votare per una delle liste, tracciando una “x” sul relativo contrassegno: in questo caso il voto si intende attribuito sia alla lista stessa che al candidato sindaco ad essa collegato;

-    può votare solo il candidato sindaco, tracciando una “x” sul relativo rettangolo in cui è contenuto il nome del candidato: in questo caso il voto si intende attribuito solo al candidato sindaco scelto e a nessuna lista;

-    può votare per un candidato sindaco, tracciando una “x” sul relativo rettangolo in cui è contenuto il nome del candidato, e contemporaneamente per una delle liste a lui collegate, tracciando una “x” sul relativo contrassegno: in questo caso il voto si intende attribuito sia al candidato sindaco che alla lista a lui collegata scelta;

-    può votare per un candidato sindaco, tracciando una “x” sul relativo rettangolo in cui è contenuto il nome del candidato, e per una lista a lui non collegata, tracciando una “x” sul relativo contrassegno: in questo caso il voto si intende assegnato sia al candidato sindaco che alla lista a lui non collegata scelta.

In quest’ultimo caso si parla di “voto disgiunto” che consiste, in pratica, nella possibilità che viene concessa all’elettore di votare sulla stessa scheda per un candidato sindaco e per una lista diversa da quelle che lo sostengono. Il voto disgiunto per le elezioni comunali, in Italia è ammesso solo nei Comuni superiori ai 15mila abitanti.

Nella provincia pontina possono usufruire del voto disgiunto gli elettori dei comuni di Gaeta, Minturno e Sezze.

In caso di effettuazione del turno di ballottaggio – per i comuni con più di 15mila abitanti, per l’elezione dei sindaci, si voterà domenica 20 maggio, sempre dalle ore 8.00 alle ore 22.00, e lunedì 21 maggio, dalle ore 7.00 alle ore 15.00.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spaccio di droga e corruzione: 34 arresti a Latina. Coinvolti due agenti della polizia penitenziaria

  • Droga e corruzione in carcere, i nomi dei 34 arrestati dell'operazione "Astice"

  • Astice e cocaina in carcere: in cambio di favori soldi e droga agli agenti corrotti

  • Corruzione in carcere, il detenuto parla dell'ispettore: "Quando vuole mangiare fallo mangiare subito"

  • Latina, giallo in via Sabaudia: trovato il cadavere di un uomo in auto

  • La buona sanità a Formia, bimbo cade e si rompe la milza: il chirurgo torna in ospedale e lo salva

Torna su
LatinaToday è in caricamento