Uno sguardo alle amministrative, Udc: “Il dato elettorale ci premia”

Riunione del comitato provinciale ieri a Latina per fare l’analisi delle elezioni. “L’Udc ha dimostrato in controtendenza di raccogliere il consenso in tutti i Comuni chiamati alle urne”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LatinaToday

Il dato elettorale provinciale premia l’Udc a conferma della validità di una linea programmatica e di rinnovamento che ha visto affermarsi una nuova classe dirigente. E’ questo l’aspetto generale che va sottolineato e che emerge dalla lettura dei risultati ottenuti”.

Così in una nota ufficiale dell’Udc pontino al termine di una riunione del Comitato provinciale tenutasi ieri a Latina per fare l’analisi delle ultime amministrative.
“L’Udc - continua la nota – in una fase di crisi che ha colpito e ridimensionato tutti i partiti nazionali, ha dimostrato in controtendenza di raccogliere il consenso in tutti i Comuni chiamati alle urne. Una crescita dei quadri che fa riferimento e si richiama ai contenuti di una proposta capace di interpretare e rappresentare le istanze ed i bisogni dei cittadini".

"I risultati oggi ci danno ragione e promuovono un partito che in questa provincia continua ad aumentare il proprio il consenso, frutto di un percorso avviato da tempo sul territorio. Mantenere il contatto diretto con la gente, condividere le problematiche del tessuto sociale, ragionare e confrontarci sui processi di cambiamento, rappresentano elementi innovativi e di partecipazione per avviare una nuova stagione della politica. In questa ottica abbiamo intrapreso una linea che guarda al futuro, mettendo in campo da tempo strumenti di formazione e valorizzazione per i giovani attraverso la scuola di preparazione politica che ha riscosso grande successo lo scorso anno. Una linea caratterizzata anche da un convinto coinvolgimento delle donne che, dopo la nomina di due assessori donna dell’Udc nella giunta del Comune di Latina, ci ha visti protagonisti dell’elezione del primo sindaco donna a Castelforte nella persona di Patrizia Gaetano. E’ significativo che sia proprio il nostro partito ad aver ottenuto questo storico risultato”.

“Anche a San Cosma e Damiano – aggiunge la nota – abbiamo ottenuto una grande affermazione con l’elezione a sindaco di Vincenzo Di Siena. Così come a San Felice Circeo con l’elezione di Gianni Petrucci, una figura di prestigio nazionale nello sport a capo del Coni premia l’Udc a conferma della validità di una linea sostenuta e voluta proprio dall’Udc. Da sottolineare, poi, il ruolo di primo piano che ha avuto il nostro partito sia a Sonnino che a Sezze, dove ha ottenuto il 14 per cento delle preferenze".

"Anche a Gaeta, con il partito diviso, abbiamo comunque saputo dare un contributo attivo, dal quale partire per ricostruire un partito che storicamente è sempre stato forte. Discorso a parte per Minturno, dove quello ottenuto dal nostro candidato Stefanelli è stato comunque un risultato positivo, che ha lottato voto su voto con un candidato dell’elettorato di centrodestra che lì è stato storicamente e largamente sempre prevalente. Stefanelli ha rappresentato la vera novità politica, riuscendo a trasmettere all’elettorato un linguaggio moderno, fatto di idee e contenuti, con il quale ha coinvolto segmenti della società civile, associazioni e soprattutto tanti giovani”.

“Questa in sintesi l’analisi che viene fuori dal voto – aggiunge la nota –. Un risultato che rafforza la posizione dell’Udc in provincia. Un partito impegnato a costruire una politica di stabilità e credibilità negli enti di governo all’insegna della crescita e dello sviluppo delle comunità. Una prova di maturità, responsabilità, equilibrio ai programmi di sana gestione della cosa pubblica. Sono queste le note positive per un partito che guarda ed investe sul futuro e apre gli spazi a una nuova generazione, ai gruppi del volontariato, alle associazioni culturali e sociali. Un grande partito fortemente radicato sul territorio, che in questi anni ha saputo costruire una nuova classe dirigente. E che – conclude la nota – si appresta a confrontarsi a testa alta con le prossime sfide, a cominciare dalla fase congressuale che si aprirà sia a livello regionale che nazionale, verso la creazione con il leader Casini di un nuovo soggetto politico ci vedrà ancora una volta protagonisti”.

I più letti
Torna su
LatinaToday è in caricamento