Elezioni Comunali 2012, quando un voto è valido e quando non lo è?

Ecco una piccola serie di consigli che possono tornarvi utili quando sarete nell'urna a votare; ci sono infatti una serie di accorgimenti da seguire per evitare di annullare una scheda

I cittadini dei 9 comuni della provincia pontina in cui si voterà il prossimo 6 e 7 maggio, sono chiamati alle urne per eleggere il nuovo sindaco e i consiglieri comunali. Ma, come si vota? O meglio, quando un voto è considerato valido e quando non valido?

Vi forniamo una serie di piccoli e semplici consigli da seguire per evitare di rendere non valido un voto.

Innanzitutto un voto può essere considerato nullo quando esso presenta dei segni, delle scritte o dei simboli che in maniera inequivocabile  possano renderlo riconoscibile o palesare la volontà o l’identità dell’elettore.

Ecco alcuni consigli:

-    per barrare nomi o simboli l’unico segno ammesso è la “X”; non utilizzare nessun segno diverso da questo come la “V” o altro;

-    tracciare il segno all’interno dello spazio preposto senza andare ad invadere gli altri spazi, simboli o rettangoli;

-    non si può scrivere il nome del candidato sindaco che si è scelto di votare, ma è consentito solo barrare il nome e il cognome che trovate prestampati sulla scheda all’interno del rettangolo;

-    l’elettore può esprimere una sola preferenza per il candidato sindaco; nel caso sulla scheda siano presenti più preferenze questa viene annullata;

-    se volete esprimere la vostra preferenza per uno dei candidati al consiglio comunale, potete scrivere il cognome nell’apposito spazio al fianco della lista per cui si presenta; nel caso in cui, nella stessa lista siano presenti persone con lo stesso cognome allora dovete mettere sia il nome che il cognome. In questo secondo caso (due persone con lo stesso cognome nella stessa lista), vengono considerati nulli i voti in cui è presente il solo cognome del candidato, dal momento che no né possibile risalire a quale dei due candidati si voleva assegnare il voto.

Se vi sbagliate – Se vi accorgete di aver commesso un errore e non avete ancora inserito la scheda nell’urna, potete chiedere al presidente del seggio di avere una seconda scheda sulla quale votare. State attenti però, che il presidente annulli la scheda “sbagliata” e la depositi in un apposito contenitore. Se invece vi rendete conto dell'errore quando la scheda è già stata inserita nell'urna elettorale ormai non c'è più niente da fare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sull'Appia tra un'auto e un camion: la vittima è Maria Angela Parisella

  • Maltempo, tragedia sfiorata: cade un albero su un'auto in transito

  • Gatto incatenato e maltrattato: la segnalazione a Latina

  • Due rapine in un'ora a Latina: bandito a segno in via Cisterna, il colpo salta a Santa Maria

  • Tragedia a Latina: un uomo si toglie la vita sparandosi con un'arma da fuoco

  • Maltempo a Gaeta, “La Signora del Vento” danneggiata dalla forte mareggiata

Torna su
LatinaToday è in caricamento