Elezioni politiche, Aldo Forte visita il distretto socio-sanitario di Gaeta

Il candidato pontino alla Camera dell'Udc: "L'ospedale di Gaeta è una delle prove del lavoro; ha praticamente mantenuto tutte le specialità ed è stato potenziato"

Aldo Forte, candidato alla Camera dell'Udc

Sanità ancora al centro del dibattito politico in vista delle elezioni regionali e politiche che si terranno fra poco più di 10 giorni nel Lazio. Nella giornata di oggi, il candidato alla camera dell’Udc, Aldo Forte, ha visitato il distretto socio-sanitario di Gaeta.

“L’ospedale di Gaeta è una delle prove del lavoro che abbiamo svolto per potenziare l’offerta socio-sanitaria nel nostro territorio, mentre nel resto della Regione si parlava di tagli – ha commentato al termine della visita -. Un lavoro che ho portato avanti in Regione in prima persona e continuerò a portare avanti anche da deputato, perché il nostro territorio ha bisogno di una maggiore attenzione anche in Parlamento”.

“L’ospedale di Gaeta – ha continuato Forte – ha praticamente mantenuto tutte le specialità ed è stato potenziato. Qui oggi vengono erogate numerose prestazioni sanitarie e da poco è stato anche aperto il reparto di riabilitazione con dieci posti letto. Chi viene colpito da un ictus o subisce fratture complesse degli arti non viene più ricoverato a Cassino, a Sabaudia o in altre strutture lontane come in precedenza, ma direttamente a Gaeta.

Una vera e propria conquista, così come quella del Day service che eroga prestazioni ambulatoriali complesse. E quella della commissione per le patenti speciali, con la quale abbiamo evitato che le persone con disabilità e gli anziani fossero costretti a recarsi a Latina”.

“Si tratta – ha aggiunto Forte – di due servizi che si aggiungono a un’offerta ambulatoriale che siamo riusciti a potenziare anche grazie al trasferimento presso il Di Liegro di tutte le attività distrettuali, che si sono integrate a quelle ospedaliere. Parliamo di un’amplissima offerta sanitaria che, solo per citarne alcuni, mette a disposizione dei cittadini del nostro comprensorio un punto di primo intervento, radiologia, diabetologia, oncologia, oculistica. Senza dimenticare l’odontoiatria per pazienti con fragilità sociali e disabili che ormai funziona a pieno regime. E l’assistenza domiciliare che, considerato l’invecchiamento della popolazione e i bisogni crescenti legati alle non autosufficienze, costituisce uno dei servizi più importanti. Un servizio che si muove nella direzione dell’integrazione socio-sanitaria che è l’unico modello in grado di garantire risposte appropriate e un’assistenza diffusa sul territorio”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente nella notte sull'Appia, un morto e due feriti gravissimi

  • Coronavirus, due nuovi casi in provincia: positivi a Latina ed Aprilia

  • Coronavirus: un nuovo caso in provincia. Rilevati in aeroporto 36 positivi dal Bangladesh

  • Coronavirus, 14 casi nel Lazio. Regione: “A Terracina positivo un uomo del Bangladesh”

  • Coronavirus: nel Lazio 920 casi, 19 in più rispetto a ieri e 709 persone in isolamento domiciliare

  • Coronavirus, quattro nuovi casi positivi a Formia. L'annuncio del sindaco

Torna su
LatinaToday è in caricamento