Elezioni, Cristian Iannuzzi: deputato pontino del Movimento 5 Stelle

A 40 anni è stato eletto alla Camera per il movimento di Beppe Grillo. L'avventura col meetup "I Grilli e le Cicale di Latina" prima, e col Movimento 5 Stelle poi, è iniziata nell'autunno del 2006

Quarant’anni, tecnico informatico e numero due della lista del Movimento 5 Stelle nella Circoscrizione Lazio 2 alla Camera.

È Cristian Iannuzzi, uno dei 3 parlamentari pontini eletti tra le fila del movimento di Beppe Grillo. Con lui anche la madre, Ivana Simoeni e Giuseppe Vacciano approdati entrambi al Senato.

Nato a Latina, si è diplomato come tecnico elettronico all'ist. professionale E. Mattei ed ha un attestato di qualifica professionale come tecnico di assistenza ed installazione per sistemi di trasmissione radio TV, ed una certificazione di competenze su Reti Lan; oggi lavora come Web Designer, Graphic-Designer e Video-Maker. Musicista ed autore musicale, oltre a grande interessato di informatica, infatti si occupa anche di montaggio musicale.

“Tramite concorso pubblico, ho lavorato un anno nella pubblica amministrazione a Roma, come tecnico informatico, presso il Consiglio Nazionale dei Periti Industriali. Attualmente faccio il tecnico informatico, il montatore video ed a tempo pieno l’attivista del M5S” racconta nella sua presentazione sul blog del movimento.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’avventura col meetup “I Grilli e le Cicale di Latina” prima, e col Movimento 5 Stelle poi, è iniziata nell’autunno del 2006. “Da subito impegnato nella battaglia per l’acqua pubblica, problematica che angustia Latina e tutto l’ATO 4 da anni. Col gruppo di Latina - spiega - abbiamo raccolto firme, prima per la legge di iniziativa popolare e poi per il referendum nazionale, vinto alla grande. Ho partecipato inoltre: all’organizzazione dei due V-Day nazionali, che hanno visto Latina in prima fila nella raccolta firme, a varie iniziative contro la cosiddetta “metro leggera”, lo scellerato progetto di tram su gomma e rotaia, alla battaglia contro il nucleare, con manifestazioni e raccolta firme per il referendum ed alla elaborazione di un progetto rifiuti zero per la città di Latina”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sperlonga, tromba d'aria si abbatte sul litorale: danni agli stabilimenti

  • Sermoneta, dolore per la scomparsa della 17enne Angela. I suoi organi salveranno 5 vite

  • Presi con 22 chili di cocaina nel camion della frutta: "Non sapevamo nulla"

  • Coronavirus, due nuovi casi in provincia: positivi a Latina ed Aprilia

  • Lutto nell'Arma: stroncato da un malore un luogotenente dei carabinieri del Nas di Latina

  • Coronavirus: in provincia nessun nuovo caso, 11 pazienti nel Lazio e un decesso

Torna su
LatinaToday è in caricamento