Erosione, mozione in Regione: chiesti interventi per tutelare le coste

La mozione presentata tra gli altri anche dal consigliere regionale pontino del Pd Forte, per attivare tutte le azioni necessarie a fronteggiare la situazione di emergenza. Chieste risorse finanziarie aggiuntive per interventi di ripascimento urgente

Un intervento per difendere le coste del Lazio e per tutelare l’economia e la salute del nostro territorio. Questo l’obiettivo della mozione rivolta al presidente e alla giunta regionale del Lazio presentata oggi dai consiglieri regionali Agostini, Forte, Panunzi, Bianchi, De Paolis, Bonafoni, Lupi, Quadrana, Giancola e Valentini per “attivare tutte le azioni necessarie a fronteggiare la situazione di emergenza nelle zone costiere del Lazio dove, a seguito delle ultime violente mareggiate, sono a rischio le attività produttive e la prossima stagione turistica”.

Si chiede inoltre di stanziare risorse finanziarie aggiuntive per interventi di ripascimento urgente, così da arrestare l'erosione costiera prima che il fenomeno crei danni irreversibili.

Una questione che interessa da vicino anche Latina e tutta la costa della provincia pontina, come ha spiegato anche il consigliere regionale del Pd Enrico Forte. “Una iniziativa necessaria anche per la provincia di Latina - ha commentato - che in alcuni punti sta vedendo le spiagge letteralmente cancellate dagli ultimi eventi atmosferici, con esiti disastrosi ascrivibili alla cattiva manutenzione e scarsa difesa della costa. Occorre intervenire al più presto per far si che il comparto economico che ruota intorno alle imprese balneari possa trovarsi pronto per la prossima stagione”.

Con la mozione si chiede di “avviare con sollecitudine programmi integrati di gestione delle aree costiere, finalizzati a rallentare e arrestare il fenomeno dell'erosione costiera, mediante azioni finalizzate al ripristino delle condizioni naturali di equilibrio tra l'apporto dei sedimenti e la loro rimozione, con particolare riferimento alle attività costruttive dell'entroterra e al recupero dello stato naturale dei corsi d'acqua e al conseguente ripristino del trasporto sedimentario”.

“L’obiettivo - spiega ancora Forte - è quello di costituire un tavolo tecnico inter istituzionale permanente per individuare le zone erose e quelle a potenziale rischio erosione e definire in modo concertato un programma operativo di interventi. La Regione - conclude il consigliere pontino - vuole  valorizzare l'effettivo valore dell'economia del mare, innanzitutto nella sua dimensione socio-economica: a partire dal tessuto imprenditoriale, per proseguire poi con le stime del valore aggiunto prodotto e dell'occupazione delle attività ricomprese nell'economia del mare, a cui si aggiungono  gli effetti benefici sul resto dell’economia".

Potrebbe interessarti

  • Sperlonga: una statua di sabbia e due palloni rossi giganti per l'uscita di "IT Capitolo Due"

  • Per Ferragosto la tradizionale processione della Madonna Stella Maris, ma non in mare

  • Ponza su Rai5: la perla del Tirreno rivive tra le immagini e i racconti degli isolani

  • Tiziano Ferro, prima foto social insieme al marito Victor Allen

I più letti della settimana

  • Formia, malore dopo l'intervento di bendaggio gastrico: muore a 33 anni

  • Cisterna, panico dopo la festa di San Rocco: ruba un'auto e a folle velocità attraversa l'isola pedonale

  • Ritrovato il cadavere di un uomo in un'azienda su via dei Monti Lepini

  • Controlli del Nas negli alloggi per anziani: chiuse tre strutture a Sezze

  • Ispezioni nei ristoranti: chiuso un take away al Circeo, sequestri in una pizzeria-kebab di Latina

  • Meteo, quando ci lascia il caldo torrido? Le previsioni per la fine di agosto

Torna su
LatinaToday è in caricamento