Formia, il Comune nei quartieri: incontro con residenti ed esercenti di Largo Paone

Il tour dell’Amministrazione nei diversi quartieri. Nell’ultimo incontro al centro la questione sicurezza, il progetto di regolamentazione acustica e la gestione del parcheggio sotterraneo

Proseguono gli incontri del Comune di Formia con i cittadini dei diversi quartieri della città. E dopo via Abate Tosti e via Tullia, l’Amministrazione ha incontrato alla Torre di Mola gli esercenti e i residenti di Largo Paone. 

“Un tour che abbiamo iniziato a fare nelle diverse zone della città –  ha spiegato l’assessore al Turismo e alla Attività Produttive Kristian Franzini –. Questo secondo incontro riguarda Largo Paone, un’area in costante espansione. L’obiettivo è quello di gestire meglio l’intera area e favorirne lo sviluppo, in sinergia sia con chi vi lavora che con chi vi abita. Lo scopo è di far comprendere come uno sviluppo armonico della città non possa passare soltanto attraverso le azioni dell’amministrazione, ma deve arricchirsi con un atteggiamento culturale diverso rispetto a quello registrato in passato. Una collaborazione attiva tra le varie parti. L’elemento principe è la cooperazione. Dobbiamo fare sistema, che non può essere imposto, ma deve essere interiorizzato dai cittadini, dalle attività produttive. Il passo successivo sarà mostrare a tutti le nostre idee sul quartiere e verificare questa volontà di collaborazione”.

Tanti gli argomenti snocciolati: il tema centrale dell’incontro è stato quello del controllo, con la richiesta da parte degli esercenti e residenti di una maggiore vigilanza nelle ore notturne. Pure affrontati il progetto di regolamentazione acustica, la sicurezza di via della Conca e di via Lavanga e la gestione del parcheggio sotterraneo. Nell’incontro è stata chiesta anche l’istituzione di un comitato di quartiere allargato, per una città più partecipata.

"Una proposta intelligente, quest'ultima - ha affermato l'assessore ai Lavori Pubblici Pasquale Forte -. Diverse sono state le richieste presentate, in una logica più ampia di restituire decoro alla città. Ampia la convergenza sulla necessità di regolamentare gli orari e i volumi della diffusione della musica. Un altro punto importante è la necessità di riqualificare l’area con una gestione mirata della raccolta differenziata e dei relativi contenitori”. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Assicurare un rapporto più diretto che favorirebbe anche la crescita dei vicoli più caratteristici dando modo alle attività produttive di gestire e rendere più vivibili i luoghi d’incontro e di aggregazione”, è il commento finale dell'assessore all'Urbanistica Paolo Mazza. Prossimi appuntamenti nel quartiere di Gianola, nella frazione di Penitro e nei borghi collinari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ecco la prima mascherina senza elastici: l’idea di un giovane di Priverno

  • Aperte anche le spiagge libere, ecco le regole: bagno fino alle 19 e distanze di sicurezza

  • Tragedia nelle acque del Circeo: sub accusa un malore in acqua e muore

  • Coronavirus: nel Lazio 21 nuovi casi, in provincia 544 contagi totali

  • Coronavirus: salgono a 549 i casi in provincia. Nel Lazio 20 positivi in più, i dati di tutte le Asl

  • Coronavirus: nuovi contagi distribuiti nei comuni di Latina, Maenza, Priverno e Cisterna

Torna su
LatinaToday è in caricamento