Fratelli d’Italia, nasce il gruppo politico in Consiglio provinciale

La nuova formazione in via Costa dopo l'adesione del consigliere Luigi Parisella che fa seguito a quelle di Silvano Spagnoli e Vincenzino Palumbo

L'ingresso della sede della Provincia di Latina

Si forma così il nuovo gruppo di Fratelli d’Italia all’interno del Consiglio provinciale a Latina.

Il consigliere di via Costa, Luigi Parisella, già del PdL e già ex sindaco di Fondi, ha annunciato la sua adesione ufficiale al movimento fondato da Giorgia Meloni, Guido Crosetto e Ignazio La Russa alla vigilia delle elezioni del 24 e 25 febbraio.

L’adesione di Parisella si aggiunge a quelle recenti di altri due consiglieri provinciali, Silvano Spagnoli e Vincenzino Palumbo, che già nelle scorse settimane avevano intrapreso identico percorso politico, aderendo al Gruppo Misto. I tre consiglieri provinciali hanno dato così vita al nuovo gruppo di “Fratelli d’Italia” in Consiglio provinciale.  

“La mia adesione a Fratelli d’Italia - spiega Luigi Parisella - è il frutto di riflessioni politiche basate su due elementi. Intanto, i valori su cui è basato il mio impegno politico non hanno più trovato la giusta collocazione nel PdL: credo, infatti, sia giunto il momento di compiere un salto di qualità nella proposta politica e soprattutto nel rapporto con i cittadini e nell’approccio alle problematiche. Occorre, cioè, mettere in primo piano il merito, la partecipazione, il rapporto diretto con il territorio ed i cittadini perché solo in tal modo è possibile fornire risposte immediate ed efficaci alle istanze della gente, attraverso forme di partecipazione alle scelte e una capillare ed efficace rete sul territorio basata su organismi e regole condivise. Nel partito ci deve essere confronto, dibattito interno, partecipazione, valori e modalità di azione che ritrovo fortemente nei programmi e nella struttura di Fratelli d’Italia. Solo così posso proseguire e rafforzare il mio impegno al servizio dei cittadini. In questo particolare momento di crisi e di antipolitica, è necessario recuperare un efficace dialogo con i cittadini: le idee devono riprendere a circolare a livello orizzontale, non più solo con i verticismi. Occorre tornare a dare spazio alla partecipazione della gente, di cui vogliamo farci interpreti.            

Il secondo aspetto che motiva questa mia adesione  a “Fratelli d’Italia” –  continua Parisella - è la mia mancata condivisione delle scelte compiute dal PdL a livello nazionale: allearsi con la sinistra, con un partito con cui ci siamo scontrati per venti anni su temi di fondo rispetto alle soluzioni da mettere in campo per lo sviluppo del nostro Paese, è un teatrino che non posso accettare. Da un governo nazionale di questa natura non ci si può attendere nulla di buono per l’Italia, mi sento a disagio rispetto agli elettori, traditi da un’alleanza con un partito osteggiato per due decenni e con cui si intendono imbastire politiche di austerità foriere solo di nuova recessione”.

D’intesa con gli esponenti locali di “Fratelli d’Italia”, i tre consiglieri provinciali hanno poi nominato Vincenzo Palumbo quale capogruppo in Provincia: “Il nostro gruppo in Provincia agirà in maniera vigile e propositiva rispetto all’azione amministrativa dell’ente, proseguendo nel rapporto stretto e corretto con il presidente Cusani -  afferma Palumbo - Con l’intera maggioranza in Consiglio provinciale, intendiamo continuare a collaborare appieno per lavorare al meglio nell’interesse dell’intero territorio provinciale. Fratelli d’Italia è collocato all’interno della coalizione di centrodestra e nasce dalla esigenza di dare forma e sostanza ad una forza politica che si radichi sul territorio e a stretto contatto con la gente. Ringrazio il gruppo di “Fratelli d’Italia” che mi ha scelto come capogruppo in questo importante percorso”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Il nostro partito, che si basa sul lavoro portato avanti dalla Costituente provinciale presieduta da Nicola Calandrini, si sta radicando sul territorio –  afferma Silvano Spagnoli - proponendo idee e metodi innovativi, mantenendo la nostra collocazione all’interno del centrodestra e rafforzando la nostra azione. Tutto questo vogliamo farlo attraverso la partecipazione, che significa essenzialmente dibattito e confronto, lo svolgimento dei congressi, l’apertura di sezioni e di comitati di zona e di quartiere chi siano punti di aggregazione e dibattito. L’adesione di Parisella, che ringrazio, è un altro passo molto importante che porta alla costituzione di un forte gruppo all’interno del Consiglio provinciale".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Latina: 341 positivi in provincia. Nel Lazio 157 contagi in più in un giorno

  • Coronavirus Latina: salgono a 359 i positivi in provincia. Nel Lazio 123 casi in un giorno

  • Coronavirus Latina, 373 i casi totali in provincia, nel Lazio 3.300 ma 500 guariti

  • I balneari pensano alla stagione estiva: in spiaggia numero chiuso per anziani e soggetti a rischio

  • Coronavirus Latina: due morti e 20 contagi in più in provincia, nel Lazio 167 nuovi casi

  • Coronavirus, l'assessore regionale D'Amato: "Test rapido a tutti gli abitanti del Lazio"

Torna su
LatinaToday è in caricamento