Parte l’iter per il Parco dei Monti Lepini. L’impegno della Regione Lazio

Importante incontro a cui hanno preso parte l'assessore all'Ambiente Buschini, i consiglieri Forte e Lupi, i Comuni e la Compagnia dei Lepini con il presidente Briganti che commenta: "L'istituzione del Parco è una prospettiva indispensabile di sviluppo"

C’è stata lunedì scorso un importante incontro sul tema della Legge istitutiva del Parco Regionale dei Monti Lepini. Alla riunione hanno preso parte l’assessore regionale all’Ambiente Mauro Buschini, i consiglieri regionali Enrico Forte e Simone Lupi, gli amministratori dei Comuni  dei Monti Lepini e il presidente della Compagnia dei Lepini, Quirino Briganti. 

In apertura dell’incontro l’assessore Buschini ha voluto sottolineare che, per la Regione, l’istituzione del Parco Regionale dei Monti Lepini è un obiettivo politico qualificante “che si intende raggiungere e che ci sarà tutto l’impegno per raggiungere il risultato”. 

Devono essere risolti alcuni problemi tecnici riguardanti gli indici di superficie utilizzabili per le attività venatorie, spiegano dalla Compagnia dei Lepini, ma sono già stati avviati i processi di collaborazione con l’Assessorato all’Agricoltura, competente in materia, necessari a risolvere queste tecnicalità. 

E’ emersa dunque la volontà di tutti i partecipanti di dare un forte impulso al processo che porterà alla discussione della Legge istitutiva del Parco, nel Consiglio regionale; nella prima fase si procederà solo con i Comuni che saranno d’accordo e con una perimetrazione che tenga in considerazione anche le attività ammesse che già si realizzano nel territorio. 

E’ stato dato l’incarico alla Compagnia dei Lepini e al presidente Briganti di promuovere, entro la prima metà di maggio, un ultimo passaggio con tutti i sindaci dei Monti Lepini insieme all’assessore Buschini e i consiglieri regionali Forte e Lupi per verificare e condividere definitivamente il percorso per arrivare alla Legge regionale, mentre Forte ha assunto l’impegno, anche nella qualità di vicepresidente della Commissione regionale per l’Ambiente e di primo firmatario della proposta di Legge, di far iscrivere la discussione nella Commissione Ambiente entro la prima metà di giugno. 

Per Briganti, che sostiene le ragioni del Parco dei Monti Lepini sin dall’inizio della sua attività in politica, “sembra che questa possa essere davvero la volta buona. La prima proposta di Legge istitutiva del Parco dei Monti Lepini fu presentata negli anni ’80 dall’onorevole Renzo Carella e si concluse con un nulla di fatto. Ci riprovò nel 2006 l’onorevole Domenico Di Resta (primo firmatario) ma anche in quella occasione non si è giunti ad alcun risultato. Eppure l’area territoriale dei Monti Lepini rappresenta, per estensione, per ricchezza di biodiversità, per interesse geopaleontologico, per densità di beni culturali, un bacino geografico di straordinario interesse naturalistico, paesaggistico e culturale che necessita di essere adeguatamente conosciuto, tutelato e valorizzato. 

E’ incredibile che oggi abbiamo Aree protette e valorizzate tutt’intorno come il Parco dei Castelli Romani, il Parco degli Ausoni, il Parco degli Aurunci, e non siamo riusciti, fin’ora, a realizzare il Parco dei Monti Lepini. 

Per il territorio dei Monti Lepini l’istituzione del Parco è una prospettiva indispensabile di sviluppo di cui non si può più fare a meno anche alla luce della profonda crisi economica che ha investito sia il sistema industriale pontino che quello dell’area di Colleferro e Frosinone. Con il Parco dei Monti Lepini e con una più decisa valorizzazione dello straordinario complesso dei beni culturali che potrebbe giungere fino alla realizzazione di un Parco Archeologico dei Monti Lepini  apriamo una straordinaria prospettiva di sviluppo sostenibile che potrà dare un futuro di benessere alle comunità presenti e future”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spaccio di droga e corruzione: 34 arresti a Latina. Coinvolti due agenti della polizia penitenziaria

  • Droga e corruzione in carcere, i nomi dei 34 arrestati dell'operazione "Astice"

  • Astice e cocaina in carcere: in cambio di favori soldi e droga agli agenti corrotti

  • La buona sanità a Formia, bimbo cade e si rompe la milza: il chirurgo torna in ospedale e lo salva

  • Latina, giallo in via Sabaudia: trovato il cadavere di un uomo in auto

  • Corruzione in carcere, il detenuto parla dell'ispettore: "Quando vuole mangiare fallo mangiare subito"

Torna su
LatinaToday è in caricamento