Aggressioni negli ospedali, i casi di Latina e Fondi: interrogazione del senatore Calandrini

L'esponente pontino di FdI interroga il ministro Giulia Grillo e chiede maggiori garanzie di sicurezza per lavoratori e pazienti

Un'interrogazione al ministro Giulia Grillo per scongiurare altri episodi di violenza negli ospedali. A presentarla è il senatore di Fratelli d'Italia Nicola Calandrini, in seguito ai recenti episodi di aggressione che nelle scorse settimane hanno coinvolto il personale medico-sanitario dell'ospedale Santa Maria Goretti di Latina e il San Giovanni di Dio di Fondi

"Alla luce del Protocollo ministeriale del 2005 -  spiega Calandrini - sarebbe importante conoscere se il ministero abbia attivato le procedure previste per individuare le cause che hanno contribuito al verificarsi dei gravi episodi, e quali misure sono state prese per evitare il ripetersi di altri casi simili. In tal senso, è necessario ricordare che il presidio di pubblica sicurezza dell'ospedale di Latina lamenta diverse criticità dovute al suo trasferimento dall'interno dei locali del pronto soccorso all'entrata dell'ospedale. Perciò è fondamentale sapere se esista un presidio costante delle forze dell'ordine che nel corso dell'intera giornata garantisca adeguata tutela dell'incolumità dei lavoratori e dei malati e anche quante siano le unità di personale in servizio. È inaccettabile, infatti, che un luogo che dovrebbe prestare cure ad ammalati e alleviarne le sofferenze, possa diventare terra di nessuno e di violenza gratuita". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sull'Appia tra un'auto e un camion: la vittima è Maria Angela Parisella

  • Maltempo, tragedia sfiorata: cade un albero su un'auto in transito

  • Gatto incatenato e maltrattato: la segnalazione a Latina

  • Due rapine in un'ora a Latina: bandito a segno in via Cisterna, il colpo salta a Santa Maria

  • Tragedia a Latina: un uomo si toglie la vita sparandosi con un'arma da fuoco

  • Maltempo a Gaeta, “La Signora del Vento” danneggiata dalla forte mareggiata

Torna su
LatinaToday è in caricamento