Conto alla rovescia per il flash mob delle sardine a Latina: alle 19 in Piazza del Popolo

In molti hanno assicurato la propria partecipazione. In Piazza anche la "sardina" emiliana Lorenzo Donnoli

Foto pubblicata sulla pagina Facebook "6.000 sardine Latina"

Conto alla rovescia per il flash mob organizzato anche a Latina dalle sardine. L'appuntamento questa sera, alle 19, in Piazza del Popolo, alla presenza anche di una "sardina speciale", Lorenzo Donnoli, uno dei fondatori della protesta nata in Emilia e poi diffusasi a macchia d'olio in moltissime città italiane. Sono oltre 5mila i membri del gruppo nato su Facebook con l'intento di raccogliere tutte le sardine del capoluogo e circa 600 i cittadini che hanno dichiarato di partecipare all'evento creato sullo stesso social netwok. Certo è che, al di là dei numeri di questa sera, gli organizzatori, Anna Claudia Petrillo in prima linea, ce l'hanno messa tutta. 

Sono diversi i politici e gli amministratori interessati all'evento e qualcuno ha già dichiarato che parteciperà al flash mob, ma a titolo rigorosamente personale e senza simboli di partiti o movimenti politici. Lo ha fatto anche l'assessore alla Cultura di Latina Silvio Di Francia che, attraverso la sua pagina Facebook, ha spiegato le ragioni della sua partecipazione: "Anche se forse non interessa a nessuno e nessuno me l’ha chiesto, spiego perché sabato 7 dicembre mi recherò come, spero, tanti altri, in Piazza a Latina rispondendo all’appello delle Sardine. Prima che qualcuno si butti a rivelare quanto sia compromesso con la politica precedente: sono iscritto al Pd, Sezione di Cinecittà-Quadraro e sono ex tante cose. Privilegio e dannazione dell’età. Decido, perciò, di usare il rasoio di Occam: tra due spiegazioni vale la più diretta: parteciperò perché opporsi alle campagne di odio, ai pessimi sentimenti e ai pregiudizi è giusto e necessario. Se poi l’appello proviene da giovani ragazzi che chiedono di aderire a parole d’ordine limpide e senza retropensieri, meglio. Sarò naturalmente in quarta, quinta o sesta fila, senza bandiere (neanche “le belle bandiere”) e senza intenzioni che non siano quelle proposte dall’appello. Perché lo meritano i ragazzi e la piazza".

Sono poi diversi i gruppi di sardine provenienti da altri comuni della provincia pontina che hanno annunciato la partecipazione alla manifestazione di oggi. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cosa fare nel weekend? Ecco gli eventi a Latina e Provincia

  • Preso con 30 chili di droga confessa al giudice: "La trasportavo per conto di altre persone"

  • Aggressione ai paparazzi a Ponza, Belen e Stefano De Martino accusati di rapina

  • Si tuffa in mare per sfuggire ai carabinieri, nascondeva cocaina ed eroina. Arrestata

  • Cisterna, caseificio chiuso dal Nas continua a produrre mozzarelle: denunciato il titolare

  • Processo Arpalo, in una pen drive le prove del riciclaggio di denaro di Maietta e soci

Torna su
LatinaToday è in caricamento