Latina riprende la sosta a pagamento ma per tutta la settimana solo attività di informazione

Il Comune a tutela degli utenti ha chiesto all’azienda modalità di recupero degli abbonamenti non utilizzati nel periodo del lockdown

Da ieri, 18 maggio, anche a Latina è tornata la sosta a pagamento sulle strisce blu. Una sospensione che è durata solo nel periodo del Lockdown e che è dunque terminata con la riapertura dei negozi e delle attività commerciali. "L’intenzione politica dell’amministrazione - spiega il capogruppo di Lbc Dario Bellini - era quella di prolungare la sospensione, ma con il nuovo decreto venivano meno i presupposti giuridici a copertura di tale scelta, che avrebbe potuto essere fatta, ma con il rischio di un contenzioso più che concreto che abbiamo voluto evitare. Il gestore infatti con una lettera aveva esplicitamente chiesto di riprendere a lavorare e, sulla base del decreto, era suo diritto farlo in quanto garantisce anche la ripresa di tale attività economica".

Gli uffici della sosta, per ticket e abbonamenti, hanno riaperto oggi dopo aver riorganizzato l'attività. Finora nessuna multa elevata e per tutto il resto della settimana gli operatori addetti al controllo delle vetture in sosta resteranno impegnati in un'attività di informazione rivolta alla cittadinanza per comunicare la ripresa dell’attività.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Dal canto suo, il Comune di Latina - continua Bellini - ha già chiesto all’azienda, a tutela degli utenti, quale modalità intenda seguire per permettere il recupero delle quote di abbonamento pagate e non utilizzate". Bellini risponde poi alla minoranza, in particolare a Fratelli d'Italia che aveva polemizzato sulla ripresa della sosta a pagamento nel centro cittadino citando, al contrario, gli esempi di città come Napoli o Milano che hanno invece deciso di prolungarla. "Non dicono però Di Cocco e Tiero che gli esempi di Comuni citati si avvalgono di una gestione pubblica dei parcheggi, con società partecipate al 100% dall'ente comunale, situazione ben diversa da quella pontina - precisa il capogruppo - dove a gestire è un privato, il quale ha vinto una gara d’appalto e che a sua volta ha personale dipendente da garantire".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ecco la prima mascherina senza elastici: l’idea di un giovane di Priverno

  • Aperte anche le spiagge libere, ecco le regole: bagno fino alle 19 e distanze di sicurezza

  • Coronavirus: nel Lazio 21 nuovi casi, in provincia 544 contagi totali

  • Stagione balneare al via, si torna al mare anche a Sabaudia: tutte le regole e i divieti

  • Coronavirus: nuovi contagi distribuiti nei comuni di Latina, Maenza, Priverno e Cisterna

  • Incidente sull'Appia, scontro tra auto e moto: la vittima è Sacha Carnevale

Torna su
LatinaToday è in caricamento