Latina, inchiesta sulla variante Q3: la Procura sequestra il progetto

Ieri un altro blitz del Nipaf in Comune per sequestrare le carte del progetto che prevede la realizzazione di un centro commerciale in via del Lido

Un nuovo blitz nell'ambito dell'indagine della Procura di Latina legata alla variante urbanistica della Q3. Nella giornata di ieri, 28 febbraio, il Nipaf è tornato in Comune e ha sequestrato, negli uffici del Suap (lo sportello unico delle attività produttive) il progetto oggetto dell'inchiesta, che prevede la realizzazione di un centro commerciale a ridosso dell'Hotel Garden.

Il provvedimento è stato notificato all'assessore del Comune di Latina Francesco Castaldo e a Luigi Corica, amministratore della società Latina Green Building che aveva presentato il progetto. Proprio Castaldo sembra al momento l'unico assessore indagato nella vicenda. L'inchiesta, coordinata dal sostituto procuratore Giuseppe Miliano e condotta dal Nipaf, è finalizzata a verificare la regolarità della variante urbanistica e l'eventuale ipotesi di una lottizzazione abusiva.

Il progetto sulla carta prevede la realizzazione di un edificio di 5mila metri quadrati per ospitare strutture di vendita. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spaccio di droga e corruzione: 34 arresti a Latina. Coinvolti due agenti della polizia penitenziaria

  • Droga e corruzione in carcere, i nomi dei 34 arrestati dell'operazione "Astice"

  • Astice e cocaina in carcere: in cambio di favori soldi e droga agli agenti corrotti

  • Corruzione in carcere, il detenuto parla dell'ispettore: "Quando vuole mangiare fallo mangiare subito"

  • Latina, giallo in via Sabaudia: trovato il cadavere di un uomo in auto

  • La buona sanità a Formia, bimbo cade e si rompe la milza: il chirurgo torna in ospedale e lo salva

Torna su
LatinaToday è in caricamento