Parlamento europeo, Matteo Adinolfi a Bruxelles: al lavoro in tre Commissioni

L’esponente pontino della Lega presente alla ripresa dei lavori dopo l’insediamento. Prenderà parte alle Commissioni Bilancio, Industria e Controllo Bilanci

Dopo l’insediamento del Parlamento Europeo della scorsa settimana, Matteo Adinolfi sarà oggi a Bruxelles per prendere parte ai lavori delle varie Commissioni, che inizieranno a gettare le basi della nuova legislatura Europea. 

All’eurodeputato pontino della Lega, il gruppo Identità e Democrazia ha assegnato tre Commissioni di indubbio peso e prestigio: la Commissione Controllo Bilanci, la Commissione Bilanci e quella sull'Industria, la Ricerca e l'Energia. Settori nevralgici per il funzionamento della macchina amministrativa dell'Unione e per lo sviluppo dei paesi membri. 

Adinolfi è stato indicato per questi tre delicati organismi in virtù delle competenze professionali messe a disposizione della delegazione della Lega, guidata dall'Eurodeputato ligure Marco Campomenosi, e del gruppo Identità e Democrazia, guidato dal bocconiano Marco Zanni. “Con i colleghi Zanni e Campomenosi - spiega Adinolfi - l'intesa è stata immediata ed è anche grazie alla loro fiducia, oltre che alla mia esperienza professionale, che mi è stata data l'opportunità di far parte di tre organismi fondamentali per il funzionamento dell'Europarlamento. Da parte mia cercherò in tutti i modi di ripagare la fiducia del gruppo Identità e Democrazia e della delegazione italiana della Lega. 

Per quanto riguarda poi la Commissione Controllo Bilanci dovrei anche andare a ricoprire il ruolo di vice presidente: un grande riconoscimento personale, ma anche una grade opportunità per il nostro Paese e la nostra provincia. In questa Commissione infatti verranno controllate le varie voci di spesa e gli obiettivi raggiunti sia per quanto riguarda i budget da assegnare agli Stati membri, ma anche e sopratutto alle varie Agenzie Europee. In Commissione Bilancio invece verranno decisi gli stanziamenti sia sui budget degli Stati membri, sia sui vari programmi di finanziamento e sviluppo, mentre in Commissione Industria, Energia e Ricerca passeranno alcuni dei provvedimenti più significativi sulle politiche industriali e di sviluppo di tutta l'Unione nei prossimi anni”. 

“Sarà importantissimo dunque - conclude Adinolfi - difendere gli interessi del nostro Paese, delle nostre Regioni, delle nostre industrie manifatturiere e dei nostri lavoratori in questi organismi: cosa che purtroppo non è stata fatta in questi ultimi anni; ma sarà importante anche e sopratutto rappresentare le necessità dei nostri territori attraverso il confronto e l'ascolto delle varie realtà associative e di categoria. Conto molto sul fatto di portare, come promesso in campagna elettorale, la voce della nostra provincia in Europa: insieme dobbiamo dire basta ad un'Unione attenta solo ai decimali del deficit.  Al contrario, con la Lega e con il gruppo Identità e Democrazia, dobbiamo costruire una nuova Europa che guardi ai bisogni dei popoli, dei territori e degli Stati membri come l'Italia.  Oggi con questo Governo e con Matteo Salvini l'Italia, che è la terza economia dell'Eurozona, celebra il record di occupati ed è pronta a nuove sfide per tornare ad interpretare il ruolo che le compete in Europa e nei suoi organismi”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spaccio di droga e corruzione: 34 arresti a Latina. Coinvolti due agenti della polizia penitenziaria

  • Droga e corruzione in carcere, i nomi dei 34 arrestati dell'operazione "Astice"

  • Astice e cocaina in carcere: in cambio di favori soldi e droga agli agenti corrotti

  • Corruzione in carcere, il detenuto parla dell'ispettore: "Quando vuole mangiare fallo mangiare subito"

  • Latina, giallo in via Sabaudia: trovato il cadavere di un uomo in auto

  • Giallo di via Sabaudia, identificato l'uomo morto in auto: è il genero dello stilista Cavalli

Torna su
LatinaToday è in caricamento