Strada Norbana chiusa dopo la frana, al via i lavori per la messa in sicurezza

Audizione in Commissione in Regione. Forte (Pd): “Terremo la vicenda sotto un monitoraggio continuo. Presente anche il sindaco Tessitori

Si sblocca la vicenda della strada Norbana a Norma con il via ai lavori. La situazione dopo la caduta dei massi dalla parete rocciosa che ha causato la chiusura della strada di accesso al centro lepino è stata al centro dell’audizione in Commissione Tutela del territorio, erosione costiera, emergenze e grandi rischi, protezione civile, in Regione Lazio, presieduta dal vicepresidente Enrico Forte e a cui hanno preso parte i rappresentanti del Comune e della direzione regionale preposta.

Oggi è previsto l’allestimento dei cantieri e l’arrivo dei mezzi e per domani l’inizio materialmente dei lavori.

“La Regione - ha detto il consigliere regionale del Pd Forte - terrà la vicenda sotto un monitoraggio continuo con l’obiettivo di rendere gli interventi il più veloci possibili, senza ovviamente rinunciare ad accuratezza e sicurezza. In questi giorni ho seguito la vicenda tenendo presente le difficoltà dei cittadini e le loro legittime preoccupazioni. Auspicando, in linea generale, interventi ad ampio raggio per la sicurezza del territorio, ringrazio l’assessorato e la direzione Lavori pubblici l’attenzione dimostrata e per il supporto che la Regione, a tutti i livelli, ha tempestivamente messo in campo”.

Il sindaco di Norma, Gianfranco Tessitori, intervenuto oggi ha ricordato come l’evento dello scorso 30 ottobre ha causato l'interruzione di 50 metri della strada provinciale. Il problema di isolamento del centro che si è prodotto, ha spiegato il primo cittadino, riguarda soprattutto studenti e lavoratori ma danneggia in questo periodo anche l’attività della raccolta delle olive. Obiettivo dei lavori attuali, “la rimozione dei detriti e l'installazione delle reti paramassi al fine di ripristinare la viabilità, senza dover passare per la strada per Cori, di più difficile percorribilità”, ha aggiunto il sindaco; in alternativa, ha concluso, “si potrebbe porre in essere un intervento che renda la Cori-Norma una strada pienamente percorribile”.

Mauro Alessandri, assessore regionale ai Lavori pubblici Tutela del territorio e Mobilità, ha riferito che il sopralluogo del 5 novembre ha dimostrato che la “barriera paramassi danneggiata lungo la Norbana va sostituita con una di nuova generazione non prima di aver effettuato uno studio geologico ad hoc. Il dissesto preesistente aveva degradato da molto tempo la parete rocciosa", ha detto ancora l’assessore. "L'8 novembre è stato chiesto un intervento urgente per quasi 250 mila euro, questo il motivo del rapido avvio dei lavori", ha concluso Alessandri.

Per la provincia di Latina, poi, il presidente Carlo Medici ha tenuto a sottolineare come il problema delle strade resti cruciale, poiché “occorrerebbe circa 60 milioni per mettere in sicurezza tutte le strade della provincia di Latina”. Presente poi per la direzione lavori pubblici, il dottor Popeschich ha detto che il termine di 90 giorni previsto per l'ultimazione dei lavori potrebbe essere addirittura anticipato, e comunque ha garantito che su questo tema sarà costante l'attenzione del direttore regionale Difesa del suolo, Wanda D'Ercole.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Usura e spaccio, Antonio Di Silvio intercettato: "Io non sono uno zingaro come gli altri"

  • Usura, estorsione e spaccio: otto arresti. In carcere anche Antonio Di Silvio

  • Preso con due etti di cocaina dopo un inseguimento, in lacrime davanti al giudice

  • Cinque chili di droga nascosta nell’armadio, impossibile dimostrare che era sua: assolto

  • Dramma a Terracina: uomo si toglie la vita impiccandosi a un ponte

  • Furti di auto col trucco dello "spinotto": confessa uno dei ladri della banda

Torna su
LatinaToday è in caricamento