Tiberio, Consiglio a Sperlonga: votata all’unanimità la continuità amministrativa

La seduta lunedì 27 febbraio. Presentata dai consiglieri di opposizione una mozione di sfiducia nei confronti del sindaco Cusani, che dovrà essere discussa in un apposito Consiglio

Si è tenuto ieri a Sperlonga l’importante Consiglio comunale che arriva dopo l’operazione Tiberio che nel gennaio scorso ha portato all’arresto, tra gli altri, del sindaco Armando Cusani e di due funzionai dell’Ente. 

Nel corso della seduta il Consiglio ha votato all'unanimità la piena fiducia nell'operato delle forze di polizia e della magistratura in merito alla recente inchiesta giudiziaria. Con lo stesso voto congiunto di maggioranza e opposizione ha poi confermato la volontà di proseguire nell'impegno amministrativo ricevuto dai cittadini e dare attuazione al programma di governo, sottoscrivendo in pieno la mozione presentata dal Consigliere di maggioranza Giorgio Vaccaro. 

La decisione unanime è arrivata in seguito all'accoglimento dell'emendamento presentato dalla minoranza in cui l'assise si impegna, spiegano dal Comune, “nell’ambito della distinzione dei poteri tra organi politici e uffici amministrativi, ovvero tra attività di indirizzo e attività di gestione, ad adottare tutti gli atti e provvedimenti necessari al fine di garantire il rispetto delle leggi e delle sentenze della magistratura, concordi nel vigilare con imparzialità su qualsiasi vicenda che interessi i cittadini”.

I consiglieri di opposizione hanno poi presentato una mozione di sfiducia nei confronti del sindaco Armando Cusani, che dovrà essere discussa, come da regolamento comunale, in un' apposita seduta dell'Assise cittadina tra i prossimi dieci e trenta giorni. 

Nessun tentennamento dunque da parte dell'Amministrazione sull'impegno a proseguire il lavoro - commentano dal Comune -, nel rispetto del voto espresso dai cittadini lo scorso giugno. Con l'occasione i consiglieri delegati hanno informato l'Assise e la cittadinanza presente sulle attività in corso, nei vari settori, su cui l'opposizione ha chiesto chiarimenti”.

"Stiamo lavorando per risolvere i problemi riguardo all'assenza di loculi al cimitero, dovuti in parte alle mancate estumulazioni - ha tranquillizzato il sindaco facente funzioni Francesco Faiola -. Quanto alla gestione dell'impianto sportivo di via Salette stiamo lavorando ad un nuovo bando di gara al quale saremo felici se partecipassero le associazioni locali". Ha annunciato inoltre la definizione a breve del calendario degli eventi estivi.

“È chiaro - ha detto l'assessore Joseph Maric - che ci troviamo in un momento di emergenza. Abbiamo oggi la responsabilità di sviscerare con grande attenzione e affrontare i problemi davanti a cui ci troviamo. L'impiego dell'architetto Tiziana Di Fazio alla dirigenza dei lavori pubblici, urbanistica e ambiente, per dodici ore a settimana, è una soluzione temporanea che ci permette oggi di garantire il buon andamento degli uffici. Nei prossimi giorni affronteremo anche la questione urbanistica e dei lavori pubblici".

Sulla scia delle premesse fatte dal Presidente del Consiglio comunale Aldo Farina, l'assessore Maric ha invitato tutti a stemperare i toni al fine di garantire al meglio il funzionamento della macchina amministrativa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Novembre 1985: l'atroce delitto di Rossella Angelico. Latina la ricorda intitolandole una rotonda

  • Operazione Astice secondo atto: nuovi arresti a Latina

  • Cosa fare nel weekend? Ecco gli eventi a Latina e Provincia

  • Maltempo a Gaeta, “La Signora del Vento” danneggiata dalla forte mareggiata

  • Incidente sulla Pontina, maxi tamponamento fra 8 veicoli: code e traffico in tilt

  • Scomparso da tre giorni: ricerche a tappeto con l'elicottero dei vigili

Torna su
LatinaToday è in caricamento