Primarie centrodestra, la Meloni a sostegno di Calandrini riempie il teatro Moderno

Il candidato punta su sicurezza e videosorveglianza, investimenti su decoro urbano e differenziata, messa in sicurezza delle strade. Sull'urbanistica: "non è tempo di occupare nuovi spazi urbani, puntiamo a riqualificare quelli già esistenti". La leader nazionale di Fratelli d'Italia: "i suoi programmi per la città molto concreti e puntuali sono garanzia assoluta"

Centinaia di persone hanno affollato questo pomeriggio il teatro Moderno di Latina per la presentazione della candidatura di Nicola Calandrini alle primarie del centrodestra del prossimo 13 marzo, sostenuto dalla leader nazionale di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni.

Ad aprire l’incontro il membro più giovane del coordinamento comunale di Fratelli d’Italia, Lorenzo Bocci, 21 anni, che ha presentato i vari delegati, e l’onorevole Marco Marsilio, portavoce della costituente regionale Fratelli D’Italia.

"Il nostro progetto politico è proporre una città nuova, proiettata al futuro, che ha bisogno di costruire opportunità per i nostri giovani”, ha spiegato il candidato.

Nicolola Calandrini ha illustrato alcuni punti del suo programma, partendo da sicurezza cittadina e videosorveglianza, investimento sul decoro urbano, e differenziata, costruzione di una cultura degli spazi pubblici, rifacimento delle strade per renderle più sicure.

“Cose che si possono fare con i bilanci comunali anche nei primi cento giorni di amministrazione”, ha precisato il candidato. Passando al caldo tema dell’urbanistica ha sottolineato come non sia “più tempo di occupare nuovi spazi urbani ma riqualificare quelli già esistenti”.

E ancora puntare sulla riqualificazione del mercato, sul centro storico, valorizzare risorse come il centro di alta diagnostica, il polo chimico-farmaceutico, e sulla sfida della marina nello svolgimento della sua funzione turistica.

La parola è poi passata alla leader nazionale di Fratelli D’Italia Giorgia Meloni: “molto importante per me in questo momento dare un segnale sulla città di Latina.  Siamo con convinzione venuti a sostenere la candidatura di Nicola Calandrini alle primarie per la definizione del candidato sindaco per diverse ragioni. 

Perché crediamo nello strumento, con maggiore serietà di quella con la quale ci credono altri, che usano il tema delle primarie un po’ a uso e consumo, come se fosse un modo per ottimizzare i consensi e gli interessi dei partiti quando per noi le primarie dovrebbero essere uno strumento per fare una cosa diversa, e cioè per segnalare un grado di umiltà da parte della politica.

Occorre far capire che avere l’umiltà di chiedere ai cittadini non vuol dire abdigare al proprio ruolo, vuol dire avvicinarsi al popolo che in molti casi la politica non ha rappresentato perché ha finito di rappresentare solo gli interessi di quelli che stavano nei partiti politici.

Noi abbiamo chiesto che si potessero celebrare le primarie su tutto il territorio nazionale, perché, dove ci sono dei dubbi, chiedere al popolo è sempre una cosa molto intelligente".

Nicola Calandrini è conosciuto come persona che è sempre stata abituata a mettere la faccia sui problemi di questa città, ha fatto diversi mandati, è sempre arrivato primo. Non ha bisogno della mia presentazione, i suoi programmi molto concreti e puntuali di una persona che conosce bene questa città ed è abituata a prendersi le sue responsabilità è una garanzia assoluta.

Riteniamo che sia questo lo strumento principe da dove partite, un po’ perché Latina è per noi, per la destra, è stata sempre un laboratorio, quella piazza capace di stare un po’ avanti.

Però a Latina noi non diamo neanche per scontato troppe cose, l’unica cosa scontata è che noi chiediamo alla gente che cosa dobbiamo fare, e quello che dice la gente per noi sarà vincolante e non ci sono accordi che vengono fatti a Roma sulla pelle dei cittadini di Latina. Io ho chiarito in tutti i tavoli che per me, da questo punti di vista, Latina fa storia a parte, qui decidono i cittadini con le elezioni primarie che abbiamo indetto tutti insieme".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sermoneta, dolore per la scomparsa della 17enne Angela. I suoi organi salveranno 5 vite

  • Aggressione sulla pista ciclabile, l'arrestato al giudice: "Le ragazze mi avevano rubato il telefono"

  • Presi con 22 chili di cocaina nel camion della frutta: "Non sapevamo nulla"

  • Fiumi di droga dalla Spagna al sud pontino: 22 arresti. Armi e bombe per eliminare i rivali

  • Operazione antidroga dei carabinieri nel sud pontino: 22 in manette. I nomi degli arrestati

  • Coronavirus Latina: nessun caso in provincia, 9 nel Lazio. Attenzione puntata sui voli internazionali

Torna su
LatinaToday è in caricamento