Servizi pubblici, un protocollo per regolare i rapporti tra Comune e consumatori

L'approvazione della Giunta; l’obiettivo è migliorare la partecipazione dei cittadini. Assessore Ranieri: “Un primo passo anche verso la soluzione delle vicende legate al cimitero”. Soddisfatte Federconsumatori e Codacons

Il cimitero di Latina

“Un primo passo anche verso la soluzione delle vicende legate al cimitero” così l’assessore Emilio Ranieri con delega ai servizi cimiteriali commenta l’approvazione da parte della Giunta comunale dello schema di protocollo d’intesa che regolerà il rapporto tra il Comune di Latina e le associazioni in difesa dei consumatori. L’ok nella seduta di giovedì 24 ottobre. 

“Il 4 luglio scorso - ricordano da piazza del Popolo - le principali associazioni erano state convocate per la condivisione del testo del Protocollo. La delibera è stata poi oggetto di approfondimenti e lo schema approvato risponde alle disposizioni normative sul principio di sussidiarietà sancito dalla legge 244 del 2007. È intenzione dell’Ente dare piena attuazione alle disposizioni dell’articolo 2 comma 461 della legge 244/2007 per migliorare, monitorare, verificare insieme e rendere applicabili le procedure di tutela dei diritti dei consumatori e degli utenti dei servizi pubblici, oltre che per garantire qualità ed economicità delle prestazioni”.

Soddisfazione è stata espressa dall’assessore Emilio Ranieri con delega ai servizi cimiteriali sottolinea: “Con questo atto abbiamo anche messo un primo tassello alla risoluzione delle vicende legate alla gestione cimiteriale, oltre ad aver perseguito l’obiettivo di migliorare gli spazi di partecipazione dei cittadini al controllo dei servizi pubblici locali”.

Soddisfatte Codacons e Federconsumatori

Soddisfatte anche Codacons e Federconsumatori. "L’approvazione di tale protocollo - si legge in una nota a firma di Massimo Cusumano di Codacons e Laura Ardia di Federconsumatori - giunge grazie alla collaborazione con l’assessore Ranieri e dopo una lunga pressione fatta sull’attuale Giunta ai quali va dato il merito di aver avviato un percorso di confronto con le Associazioni a tutela del cittadino consumatore. L'importanza del protocollo consiste nella possibilità di creare per ogni concessionario un tavolo tripartito con ampi poteri. Sarà possibile analizzare tutti gli aspetti della gestione sia sul piano economico che qualitativo nonché le procedure adottate".

"Inoltre - proseguono - si potrà intervenire sulla Carta dei Servizi, sulla modulistica e sui regolamenti del servizio modificandoli nel rispetto delle leggi vigenti. Viene così facilitata in maniera sostanziale la possibilità di controlli sulla gestione nell'intento di poterlo migliorare. Trasporti, rifiuti, cimitero sono i primi settori dove chiediamo un confronto diretto e in considerazione di quanto approvato in comune, oggi pensiamo sia realmente possibile.

La gestione del cimitero, con tutti i suoi problemi, è senza dubbio il primo tavolo che vogliamo aprire. Attraverso questa intesa possiamo finalmente poter affrontare in discussione tutte la criticità del Regolamento, della modulistica e della Carta dei Servizi, prestando attenzione in particolare a  specifici articoli che riteniamo essere decisamente illegali". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Formia, Lidl apre un supermercato a Santa Croce: 14 nuovi posti di lavoro

  • Due giovani fermati in auto, i parenti raggiungono la Questura e protestano: un agente ferito

  • Lavori di riparazione sulla condotta: sei comuni senza acqua mercoledì 12 febbraio

  • Truffe, ecco come raggiravano gli anziani: la telefonata tra una vittima e l'indagato

  • Un caso sospetto di Coronavirus a Formia: un uomo rientrato da Shangai trasferito allo Spallanzani

  • Vincenzo Rosato perde la vita in un incidente a Pomezia, cordoglio per la morte del medico

Torna su
LatinaToday è in caricamento