Roma-Latina, l’appello del Pd a Zingaretti: “Riavvii al più presto la gara”

Lettera aperta al presidente della Regione firmato dal segretario Moscardelli e dai consiglieri regionali La Penna e Forte

La costruzione della Roma-Latina non può più subire rinvii e la gara di appalto deve essere riavviata al più presto. E’ quanto chiedono con una lettera aperta al presidente della Regione lazio Nicola Zingaretti i principali rappresentanti del Partito Democratico pontino.

“La realizzazione dell’Autostrada Roma-Latina e della Bretella Campoverde-Cisterna-Valmontone,  comprese le opere compensative per Latina come la nuova tangenziale e il rafforzamento del collegamento Borgo Piave-Foce Verde - scrivono il segretario provinciale Claudio  Moscardelli e i consiglieri regionale salvatore La penna e Enrico Forte - rappresenta per la provincia di Latina molto più che un’importante infrastruttura per la mobilità delle persone e delle imprese. Rappresenta l’uscita dall’isolamento della parte nord della provincia in cui insiste la maggior parte del tessuto industriale e il primo Polo Chimico Farmaceutico d’Italia: non dovremo più passare attraverso il nodo scorsoio del Grande Raccordo Anulare per accedere all’A1, all’unico corridoio europeo esistente per il collegamento con l’Italia e con il nord Europa. Nell’area compresa tra Aprilia, Cisterna e Latina vi sono molte aziende agricole del comparto ortofrutticolo e floricolo di grande valenza, è l’area della zona leader a livello mondiale di produzione del Kiwi. Insiste una realtà industriale del comparto meccanico e meccanico aeronautico di importanza primaria. L’assenza di infrastrutture adeguate di collegamento rischia di mettere in ginocchio la nostra economia”.

Nella nota si ricordano gli appelli, anche recenti delle associazioni rappresentanti il mondo produttivo e dei sindacati in provincia di Latina. “Dopo tanti anni di impegno siamo stati ad un passo dal veder aperti i cantieri della più grande infrastruttura del Lazio degli ultimi 40 anni – scrivono - è stata una battaglia lunga ed estenuante, dalla conferenza di servizi del luglio 2006 in cui fu approvato il tracciato che poi è andato in gara d’appalto, ossia l’allargamento della Pontina attuale per consumare il minor territorio possibile. La sua mancata realizzazione minerebbe il futuro del nostro sistema industriale e la perdita di decine di migliaia di posti di lavoro”. Moscardelli, La Penna e Forte aggiungono che il Pd sta sensibilizzando la popolazione per attivare iniziative popolari di sostegno alla realizzazione dell’infrastruttura e portando avanti un confronto con le comunità locali attraverso assemblee comprensoriali per proporre alla Regione l’incarico progettuale per il collegamento del centro sud della provincia e con l’A1,  capace di connettere il territorio e di dare sviluppo ad infrastrutture produttive come il MOF di Fondi e il Porto di Gaeta”.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Picchia la ex moglie in strada e minaccia il figlio minorenne: bloccato dalla polizia

  • Cronaca

    Furto sventato alla Wurth: arriva la polizia e i ladri abbandonano 50mila euro di refurtiva

  • Cronaca

    Cisterna: falsi certificati medici per il porto d’armi ai cacciatori, chiesti 3 rinvii a giudizio

  • Cronaca

    Pestaggio in strada a Pontinia, l'aggressore incastrato dalla tuta: rintracciato e denunciato

I più letti della settimana

  • Polizia in zona pub, rifiuta il drug test e chiama il suo avvocato: lui arriva ubriaco

  • Operazione San Valentino, banda dei furti in villa in manette: i nomi degli arrestati

  • Carni invase dalla muffa nella cella frigorifera: caseificio aziendale chiuso dai Nas

  • Parco dei Monti Aurunci, straordinario avvistamento di un gatto selvatico

  • Latina, sgominata la banda dei furti in villa: dieci arresti

  • Traffico illecito di rifiuti: sottratti a Roma e rivenduti al centro rottami di Cisterna

Torna su
LatinaToday è in caricamento