Sabaudia, Casa della Salute e Punto di Primo Intervento: passo in avanti in Consiglio

La decisione dell’Assise che ha approvato all’unanimità la delibera di richiesta alla Regione

La realizzazione di una Casa della Salute con annesso Punto di Primo Intervento a Sabaudia: approvata all’unanimità nel corso dell’ultimo Consiglio comunale la delibera di richiesta alla Regione Lazio.   

Nello specifico viene chiesto all’Ente regionale di predisporre gli atti e i finanziamenti necessari per avviare la fase di realizzazione della Casa della Salute con i servizi: assistenza primaria, attività specialistiche ambulatoriali con particolare riferimento alle discipline di cardiologia, pneumologia, diabetologia/endocrinologia, oculistica ed eventualmente altre discipline specialistiche, in collegamento funzionale con altri presidi aziendali, per la presa in carico e la continuità assistenziale; ambulatorio infermieristico; presidio di diagnostica per immagini, punto prelievi; area dell’accoglienza; sportello CUP; Punto Unico di Accesso (PUA); area del volontariato.

La richiesta prevede anche l’istituzione di alcuni servizi per il Punto di Primo Intervento: centro per i disturbi cognitivi e demenze – Centro territoriale esperto; centro/sportello antiviolenza; Centro di Assistenza Domiciliare (CAD); Assistenza ambulatoriale complessa; attività fisica adattata; trattamento del dolore cronico, nell’ambito delle specifiche reti; telemedicina; screening; vaccinazioni; assistenza ai migranti.

Piena soddisfazione è stata espressa dal neoconsigliere Luca Danesin: “Questa delibera proietta la città di Sabaudia verso un futuro sanitario innovativo – commenta – La compattezza di tutta l'assise nell'approvazione di tale richiesta dimostra come vi sia l’esigenza di assicurare a Sabaudia una struttura preposta a prime cure e assistenza medica, oltre ad un’offerta sanitaria a trecentosessanta gradi in grado di rispondere alle necessità dell’intera collettività. Ci auguriamo che le nostre richieste vengano ascoltate e realizzate”. 

Il ringraziamento dell’Amministrazione comunale è andato poi ad Ennio Zaottini “per il grande impegno profuso durante il suo incarico di assessore alla Salute e per il sostegno che, a titolo personale, sta continuando ad offrire per assicurare alla città una struttura polivalente dedita alla prevenzione, alle cure primarie e all’assistenza sanitaria, adeguata alle esigenze della collettività”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spaccio di droga e corruzione: 34 arresti a Latina. Coinvolti due agenti della polizia penitenziaria

  • Droga e corruzione in carcere, i nomi dei 34 arrestati dell'operazione "Astice"

  • Astice e cocaina in carcere: in cambio di favori soldi e droga agli agenti corrotti

  • Corruzione in carcere, il detenuto parla dell'ispettore: "Quando vuole mangiare fallo mangiare subito"

  • Latina, giallo in via Sabaudia: trovato il cadavere di un uomo in auto

  • Giallo di via Sabaudia, identificato l'uomo morto in auto: è il genero dello stilista Cavalli

Torna su
LatinaToday è in caricamento