Saldi, vendite promozionali anticipate di un mese: la Regione Lazio stringe i tempi

Approvata in Commissione Attività Produttive la modifica del Testo Unico del Commercio: consentirà ai commercianti di fare sconti anche nei 30 giorni che precedono l’inizio dei saldi previsto per il 1° agosto

Via libera nel Lazio alle vendite promozionali nei 30 giorni precedenti la data d’inizio dei saldi, fissata quest’anno al 1° agosto. La commissione Sviluppo economico e attività produttive, start-up, commercio, artigianato, industria, tutela dei consumatori, ricerca e innovazione della Regione ha approvato all’unanimità nella seduta di ieri la modifica del Testo Unico del commercio che consentirà ai commercianti di derogare al divieto di promuovere vendite promozionali nei 30 giorni che precedono l’inizio dei saldi estivi. Inoltre, la Giunta regionale potrà estendere la deroga anche oltre l’estate se il Governo dovesse decidere di prorogare il periodo di durata dell’emergenza legata al coronavirus. In tal caso però sarebbe comunque necessario acquisire il parere della commissione consiliare competente e sentire prima le organizzazioni di categoria delle imprese del commercio maggiormente rappresentative.

Queste le due novità introdotte dalla proposta di legge n. 215 del 4 maggio 2020, di due soli articoli, che la commissione ha interamente riscritto con l’approvazione di un proprio emendamento condiviso da tutti. “Il nuovo testo, resosi necessario dopo che la Conferenza Stato-Regione ha indicato a tutte le regioni il primo agosto come data di inizio dei saldi estivi, spiegano dalla Regione -, aggiunge due commi all’articolo 34 del Testo Unico del commercio (legge regionale n. 22 del 2019)”. Con il primo cade il divieto di effettuare le vendite promozionali nei trenta giorni antecedenti l’inizio dei saldi, “per fronteggiare la crisi del sistema economico della Regione causata dall’emergenza epidemiologica legata al Covid-19 e favorire la ripresa delle attività commerciali e degli acquisti da parte dei consumatori, limitatamente alla stagione estiva 2020”, si legge nel testo. Con il secondo comma aggiunto, invece, si concede la possibilità alla Giunta regionale, “sentite le organizzazioni di categoria delle imprese del commercio maggiormente rappresentative, previo parere della commissione consiliare competente”, di estendere la deroga a tutto il periodo di durata dell’emergenza legata al Covid-19 “deliberato a livello statale”.

Il testo mercoledì 27 maggio, arriverà in Consiglio regionale; l’annuncio da parte del presidente Mauro Buschini che ieri ha convocato d’urgenza la conferenza dei capigruppo che ha approvato la proposta di inserire nell’ordine del giorno della seduta di domani la discussione e il voto della proposta di legge che deroga il Testo unico del Commercio. "Il voto unanime della commissione Attività produttive del Consiglio regionale sulla proposta di legge che introduce un altro strumento per dare una spinta ai consumi in questa crisi straordinaria, è un esempio di buona politica e buon senso" ha commentato Buschini. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sperlonga, tromba d'aria si abbatte sul litorale: danni agli stabilimenti

  • Sermoneta, dolore per la scomparsa della 17enne Angela. I suoi organi salveranno 5 vite

  • Presi con 22 chili di cocaina nel camion della frutta: "Non sapevamo nulla"

  • Aggressione sulla pista ciclabile, l'arrestato al giudice: "Le ragazze mi avevano rubato il telefono"

  • Coronavirus: in provincia nessun nuovo caso, 11 pazienti nel Lazio e un decesso

  • Lutto nell'Arma: stroncato da un malore un luogotenente dei carabinieri del Nas di Latina

Torna su
LatinaToday è in caricamento