L’Amministrazione si apre ai cittadini: un incontro pubblico a Cori

L’evento “Open Culture” organizzato in collaborazione tra l’associazione Futuro Digitale e il Comune nell’ambito della Settimana dell'Amministrazione Aperta 2018

L’Amministrazione di Cori si apre ai cittadini: si chiama “Open Culture” l’incontro pubblico organizzato in collaborazione tra l’associazione Futuro Digitale e il Comune di Cori nell’ambito della Settimana dell'Amministrazione Aperta 2018 indetta dal Dipartimento della Funzione Pubblica, che si svolgerà il 10 febbraio. 

L’appuntamento è per le 16 al teatro comunale Luigi Pistilli; saranno illustrati alcuni strumenti messi a disposizione dei cittadini per avvicinarsi alla macchina amministrativa in modo più consapevole e partecipato e per meglio usufruire dei servizi a loro disposizione.

In primis, sarà presentato ufficialmente l’AlboPop del Comune di Cori: verranno spiegate le modalità di accesso su canale Telegram a questo innovativo servizio, l’albo pretorio online che inoltra notifiche ai cittadini sugli atti pubblicati e permette un immediato accesso alle informazioni pubbliche. Previsto anche un collegamento Skype con Andrea Borruso, dell’associazione OnData, ideatore a livello nazionale di AlboPop.

“Ci sarà poi uno spazio dedicato alla presentazione georeferenziata degli stati di famiglia dei residenti da parte dell’Assessore alla Cultura e al Personale, Paolo Fantini, quale esperimento di apertura dati: si osserverà - spiega l’Amministrazione - la distribuzione sul territorio dei nuclei familiari, così come risultano dall’ufficio Anagrafe, raggruppati per numero di componenti ed età media al fine di capire come essi siano dislocati e quali caratteristiche abbiano e, dunque, meglio indirizzare le politiche della pubblica amministrazione e sollecitare una riflessione più ampia, ‘aperta’, appunto, a chiunque voglia dare il suo contributo”.

Si parlerà inoltre di altre esperienze di utilizzo degli open data realizzate in Italia, con particolare riferimento alla Regione Lazio. “Gli open data sono i cosiddetti dati aperti, quelli cioè che afferiscono agli enti pubblici e che possono essere liberamente utilizzati da chiunque, richiamandosi all’idea di open government, in base alla quale la pubblica amministrazione si apre ai cittadini, tanto in termini di trasparenza quanto di partecipazione, anche attraverso il ricorso alle nuove tecnologie. Tra gli esempi più interessanti quello del sito http://lab.gruppoespresso.it/finegil/2017/italia-delle-slot che, sulla base di dati forniti dall’Agenzia delle Entrate, calcola l’ammontare delle giocate alle new slot (le cosiddette macchinette con vincite in denaro) per ogni Comune italiano, fornendo scenari inaspettati”.

 Durante l’incontro saranno infine presentati ed illustrati la digitalizzazione delle Biblioteche del Sistema Territoriale dei Monti Lepini - una piattaforma che permette di accedere a più di 1.550.000 risorse gratuite, dagli e-book agli audiolibri, dalla musica all’e-learning (progetto realizzato dalla Compagnia dei Lepini) – e un altro utile strumento a disposizione dei cittadini di Cori, ovvero l’App che l’ufficio Cultura utilizzerà d’ora in poi per la gestione degli spazi del comune dedicati a eventi e manifestazioni, a partire dal teatro comunale: Teamup è il software che consente di visualizzare un vero e proprio calendario in cui verificare la disponibilità o meno del teatro prima di inoltrare la propria richiesta di utilizzo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Novembre 1985: l'atroce delitto di Rossella Angelico. Latina la ricorda intitolandole una rotonda

  • Maltempo, tragedia sfiorata: cade un albero su un'auto in transito

  • Operazione Astice secondo atto: nuovi arresti a Latina

  • Maltempo a Gaeta, “La Signora del Vento” danneggiata dalla forte mareggiata

  • Meteo a Latina: peggiorano le previsioni, l’allerta da gialla passa ad arancione

  • Scomparso da tre giorni: ricerche a tappeto con l'elicottero dei vigili

Torna su
LatinaToday è in caricamento