Sezze, terremoto in Comune: il sindaco Di Raimo rassegna le dimissioni

“Ritengo siano venute meno le condizioni politico/amministrative per continuare ad amministrare questa città”, spiega Di Raimo

Terremoto politico a Sezze dove il sindaco Sergio Di Raimo ha rassegnato le proprie dimissioni. 

In una nota ha spiegato le motivazioni che lo hanno spinto a lasciare la guida dell’Ente a poco più di due anni dalla sua elezione nel giugno del 2017. “Ritengo siano venute meno le condizioni politico/amministrative per continuare ad amministrare questa città” dice Di Raimo. 

“Il periodo di riflessione che doveva portare tutti i protagonisti in campo ad assumere un atteggiamento di maggiore responsabilità ha portato invece ad un gioco di tiro alla corda con l’inevitabile conseguenza. Vi assicuro che non è facile da parte mia rassegnare le dimissioni, ma penso che il nostro paese e il nostro Ente abbiano bisogno di persone capaci di assumersi responsabilità senza condizioni e senza veti reciproci”. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ora per legge il sindaco ha 20 giorni da oggi per decidere se ritirare le sue dimissioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sermoneta, dolore per la scomparsa della 17enne Angela. I suoi organi salveranno 5 vite

  • Aggressione sulla pista ciclabile, l'arrestato al giudice: "Le ragazze mi avevano rubato il telefono"

  • Fiumi di droga dalla Spagna al sud pontino: 22 arresti. Armi e bombe per eliminare i rivali

  • Coronavirus Latina: nessun caso in provincia, 9 nel Lazio. Attenzione puntata sui voli internazionali

  • Operazione antidroga dei carabinieri nel sud pontino: 22 in manette. I nomi degli arrestati

  • Coronavirus: due nuovi casi e un decesso in provincia. Vietato abbassare la guardia

Torna su
LatinaToday è in caricamento