Sistema integrato dei servizi culturali: le sette città di Fondazione verso l’intesa

Latina, Sabaudia, Pomezia, Pontinia, Guidonia, Aprilia e Colleferro hanno firmato la pre-intesa. Il capoluogo pontino è città capofila e sarà la sede dell’Ufficio di coordinamento

I sindaci e gli assessori delle sette città di Fondazione del Lazio - Latina, Pomezia, Sabaudia, Aprilia, Guidonia-Montecelio, Pontinia e Colleferro - hanno firmato la pre-intesa per la costituzione del Sistema Integrato dei servizi culturali “Città di Fondazione e Agro Pontino e Romano”. 

La firma oggi a Pomezia in occasione dell’inaugurazione del Museo del ‘900 di Pomezia e dell’80° compleanno della città. Per Latina, che nel nuovo sistema è città capofila e futura sede dell’Ufficio di coordinamento, era presente alla firma l’assessore alla Cultura Silvio Di Francia insieme all’avvocato Elena Lusena in veste di responsabile dell’Ufficio di Coordinamento.

I primi giorni di dicembre la “Convenzione costitutiva del Sistema” (che ha visto aderire anche gli ultimi comuni che mancavano, ovvero Pomezia, Colleferro e Guidonia), sarà formalmente siglata in occasione di un convegno in cui sarà presentato il Sistema e il progetto di riallestimento del Museo Cambellotti recentemente finanziato dal Bando della Regione Lazio per l’importo di 300mila euro.

Il sistema nella sua completezza sarà oggetto di un importante appuntamento nei primi di dicembre all’interno del Museo Civico Cambellotti. Sarà quella l’occasione non solo per sottoscrivere, da parte delle sette città, la costituzione formale del sistema integrato, ma per un confronto che coinvolgerà tutti gli attori del territorio, pubblici e privati,  sul ruolo che i musei, le biblioteche, ma soprattutto l’innovazione in ambito culturale, possono rivestire nel mondo contemporaneo.

“La firma delle sette città di fondazione alla pre-intesa - ha dichiarato l’assessore Di Francia - è un passo cruciale per affermare un’ipotesi di sistema che oggi riguarda l’ambito dei servizi culturali, ma che può costituire un modello per città che hanno in comune oltre all’architettura un’identità per comunità nate nel nostro ‘900. Oggi tocca alla cultura rivestire un ruolo di guida per territori che hanno l’occasione di proiettarsi verso il futuro e rispondere, non singolarmente, ma come sistema, alle sfide del mondo contemporaneo. Latina, su questo, avendo da tempo intrapreso questa direzione, ha davvero assunto un ruolo di protagonista e di punto di riferimento”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Comune di Sabaudia: "Un passo importante"

A rappresentare l’Amministrazione comunale di Sabaudia presente il delegato ai percorsi culturali Francesca Avagliano. “È un passo importante per la definizione di una comune strategia di valorizzazione dei territori attraverso la gestione integrata del patrimonio culturale, l’occasione per le sette città di Fondazione della regione di unire le forze e fare squadra, promuovendo appieno e in maniera congiunta e condivisa attività ed iniziative culturali – ha commentato la delegata Avagliano, soddisfatta di quanto raggiunto in questi mesi di incontri e riunioni –. Il prossimo step sarà la sottoscrizione della “Convenzione costitutiva del Sistema” e un confronto operativo tra gli attori, pubblici e privati, al fine di approdare a nuove visioni dei servizi culturali, in grado di rispondere in maniera concreta ed efficiente, come sistema integrato per l’appunto, alle moderne sfide imposte al settore”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fase 2, arriva l'ordinanza per le spiagge: si apre il 29 maggio. Ecco le regole

  • Chiede la mascherina al datore di lavoro: licenziato, picchiato e poi gettato in un canale

  • Coronavirus Priverno, cluster al centro dialisi: 14 i positivi. La Asl fa il punto della situazione

  • Coronavirus: un morto in provincia, sette nel Lazio e 18 positivi in più

  • Coronavirus, tre nuovi casi in provincia: tutti relativi al cluster di Priverno

  • Fase 2, la nuova ordinanza nel Lazio: dal 25 maggio riaprono le palestre, dal 29 gli stabilimenti

Torna su
LatinaToday è in caricamento