Sovraffollamento al pronto soccorso del Goretti, la denuncia di Simeone

Il consigliere regionale pontino di Forza Italia si scaglia contro la politica del presidente Zingaretti e segnala la situazione registrata oggi nelle sale del pronto soccorso del nosocomio pontino, con 112 pazienti in attesa

Alle 17.37 di questo pomeriggio il pronto soccorso dell'ospedale Santa Maria Goretti di Latina contava 112 pazienti, di cui 31 in attesa, 44 in trattamento e 30 in attesa di ricovero o trasferimento. La denuncia dell'ennesima giornata di sovraffollamento arriva dal consigliere regionale di Forza Italia Giuseppe Simeone, che punta il dito contro la Regione Lazio.

"Sono alcuni mesi che Zingaretti parla di uscite dal tunnel del commissariamento - scrive il consigliere pontino in una nota - assicura migliaia di assunzioni, l’apertura della stagione dei concorsi, risorse a pioggia per migliorare le strutture sanitarie e crearne di nuove. Anni che parla di eccellenze e traguardi raggiunti. Peccato che, come al solito, siamo lontanissimi dalla realtà. Invitiamo Zingaretti a fare un salto, tra una conferenza stampa e l’altra, all’ospedale Santa Maria Goretti di Latina che data la situazione evidentemente preferisce evitare. Lo invitiamo, come abbiamo fatto ogni giorno in questi anni senza ricevere alcuna risposta, a vedere con i suoi occhi la situazione che nel principale ospedale della provincia di Latina si sta vivendo in queste ore e, purtroppo, di norma ogni giorno"

"Al pronto soccorso del Goretti in queste ore, per fare un esempio - continua Simeone - ci sono tanti pazienti da coprire quasi i posti letto disponibili in tutto il Dea di I livello del Dono Svizzero di Formia. Vorremmo che Zingaretti toccasse con mano il risultato della politica disastrosa portata a termine in questi anni di disinteresse, di silenzi, di incapacità di cogliere e rispondere alle effettive esigenze della sanità del Lazio. Vorremmo che una volta per tutte guardasse negli occhi i pazienti stipati come bestiame in ogni angolo libero dell’ospedale perché i posti letto e le barelle sono terminate, che ascoltasse la voce dei familiari disorientati e arrabbiati perché impotenti di fronte a questo disastro e che parlasse con tutti quegli operatori, medici, infermieri, tecnici che sono i veri eroi della nostra sanità perché è solo grazie a loro che, nonostante questo disastro, le prestazioni vengono erogate e tantissime vite salvate. E quello che più ci preoccupa è che in questi giorni, con i previsti picchi influenzali in combinato disposto con la totale assenza di una rete assistenziale territoriale, questi numeri non faranno che crescere"

"Ai pazienti e agli operatori della sanità di Latina e del Lazio a cui diamo tutto il nostro sostegno - conclude - possiamo dire solo una cosa, resistete questo film dell’orrore chiamato giunta Zingaretti presto vedrà la parola fine”.

Lo dichiara in una nota il consigliere regionale di Forza Italia Lazio, Giuseppe Simeone

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Soldi e cocaina in cambio di favori: 13 arresti della Finanza

  • Cronaca

    Incidente sul lavoro, gli cade addosso il motore di un'auto: ferito titolare di un'officina

  • Incidenti stradali

    Incidente in viale Le Corbusier, madre e figlia investite

  • Cronaca

    Perseguita una donna nonostante il divieto di avvicinamento: 70enne arrestato

I più letti della settimana

  • Aprilia baciata dalla fortuna: vinti 2 milioni di euro con un gratta e vinci

  • Superenalotto, 15 febbraio 2018: un’estrazione con jackpot da record

  • Atti osceni in pubblico, straniero inseguito e picchiato da un gruppo di ragazzi

  • Aggressione al maneggio, dopo un mese di agonia muore Armando Martufi

  • Sanità, altri 165 precari da stabilizzare: 33 nuovi concorsi nella Asl pontina

  • Superenalotto, 20 febbraio 2018: un’altra estrazione con jackpot da record

Torna su
LatinaToday è in caricamento