Trasporto disabili a Latina, Fratelli d’Italia chiede il ripristino del Prontobus

Il gruppo consiliare di FdI Latina ha protocollato una mozione

Ripristinare il servizio Prontobus”: questa la richiesta del gruppo consiliare di Fratelli d’Italia Latina che ha protocollato una mozione. 

L’atto vede come prima firmataria la consigliera Matilde Celentano, ed è stato sottoscritto anche dal Senatore Nicola Calandrini, dal capogruppo di FdI Andrea Marchiella e dal consigliere Raimondo Tiero.

“Durante le precedenti amministrazioni a Latina era stato istituito Prontobus, per il trasporto degli anziani verso i loro centri di cura, e degli studenti disabili nel tragitto da casa a scuola - spiega la consigliera Matilde Celentano - poi il servizio è stato cancellato, tuttavia soprattutto gli anziani ne sentono il bisogno. Casi di cronaca ci raccontano di persone costrette a ricorrere ad ambulanze private, che hanno costi esorbitanti e spesso proibitivi per chi versa in condizioni di indigenza. Per questo riteniamo doveroso ripristinare Prontobus: è un atto di civiltà”.

“La nostra mozione - aggiunge e conclude il senatore Nicola Calandrini - ha un carattere molto pratico: non chiediamo all’Amministrazione solamente di ripristinare il servizio, ma anche di inserire delle apposite somme nel prossimo bilancio comunale. Ci auguriamo di trovare il sostegno e la condivisione dell’intero Consiglio comunale”.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Latina usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Usura e spaccio, Antonio Di Silvio intercettato: "Io non sono uno zingaro come gli altri"

  • Usura, estorsione e spaccio: otto arresti. In carcere anche Antonio Di Silvio

  • Preso con due etti di cocaina dopo un inseguimento, in lacrime davanti al giudice

  • Cinque chili di droga nascosta nell’armadio, impossibile dimostrare che era sua: assolto

  • Dramma a Terracina: uomo si toglie la vita impiccandosi a un ponte

  • Ordinano condizionatori e pagano solo l'acconto: la merce era in un deposito in provincia di Latina

Torna su
LatinaToday è in caricamento