Vincenzo Valletta entra in Consiglio comunale a Latina: subentra a Matteo Adinolfi

Il neo consigliere, primo dei non eletti nel 2016 con la lista Noi con Salvini: “Farò opposizione, anche dura se necessario, nel solo intento di dare nuova linfa a questa città. Tra i miei primi obiettivi l’adozione del regolamento per gli impianti a biogas e biomassa”

Esordio in Consiglio comunale a Latina per Vincenzo Valletta, primo dei non eletti alle elezioni del 2016 con il gruppo Noi con Salvini, che entra a far parte dell’Assise cittadina. Questa mattina la surroga ufficiale del rappresentante della Lega, che entra in sostituzione del neoeletto europarlamentare Matteo Adinolfi.  

“La mia attività politica e sociale continuerà nelle forme e nei contenuti di sempre. La differenza è che ora ho una responsabilità diretta nei confronti di coloro che nel 2016 mi hanno dato fiducia e di tutti i cittadini di Latina che come consigliere comunale sono chiamato a rappresentare – commenta Valletta –. Questo incarico sarà dunque per me un megafono, rappresenterà la possibilità di dare maggiore forza alla mia voce nelle stanze dei bottoni, il tutto nel solo interesse della cittadinanza e del bene pubblico. Rappresenterò la Lega e porterò avanti gli obiettivi di partito, mantenendo però sempre entrambi i piedi ben radicati in questo territorio, nelle sue peculiarità e nelle tante criticità che si dovranno affrontare. Vorrò continuare ad essere voce dei cittadini, delle periferie urbane, promotore di iniziative legate alla tutela dell’agricoltura, delle nostre radici e dell’ambiente. Farò opposizione, anche dura se necessario, ma nel solo intento di dare nuova linfa a questa città. Perché Latina merita molto più di ciò che ha”.

Con alle spalle un’ampia attività politica fortemente dedicata alla tutela del territorio e dell’ambiente, alla valorizzazione dell’agro-economia e delle tradizioni locali, attivista nel sociale, Valletta da anni si batte per la riqualificazione dei borghi e delle frazioni di Latina. Emblematica la sua battaglia contro la paventata realizzazione di un impianto a biogas in zona Chiesuola, a 50 metri dalle abitazioni e a 200 metri da una scuola primaria e dell’infanzia: dopo due anni di dure battaglie tra faldoni e uffici, è riuscito a dimostrare la non adeguatezza dell’area quale sito ospitante una simile centrale. Promotore del regolamento per le energie rinnovabili sul territorio comunale, ancora non recepito dall’Amministrazione di Latina, Valletta ha sostenuto anche le battaglie civiche dei comitati di quartiere di Latina Scalo e Sermoneta, parimenti impegnati nella lotta contro gli impianti a biogas e biomasse.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Aprilia, in due tentano di investire i carabinieri: i residenti lanciano vasi contro i militari

  • Fatture false e riciclaggio: la Finanza scopre un'evasione da 100 milioni. Operazione tra Roma e Latina

  • Aprilia, minacce di morte ai carabinieri in via Francia: convalidati i due arresti

  • Minacce di morte ai carabinieri: Giorgia Meloni in visita alla caserma di Aprilia

  • Si spara con la pistola di ordinanza: muore finanziere in servizio a Gaeta

  • Cosa fare nel weekend? Ecco gli eventi a Latina e Provincia

Torna su
LatinaToday è in caricamento