Lotta ai tumori al seno e ginecologici: la "Carovana della prevenzione" fa tappa a Latina

Il 28 settembre in piazza del Popolo contro le patologie oncologiche femminile; per tutto il giorno i medici effettueranno visite ed esami diagnostici

Fa tappa a Latina la “Carovana della prevenzione”. Il “Programma nazionale itinerante di promozione della salute femminile”, organizzato dalla Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli e Università Cattolica del Sacro Cuore e dall’associazione Susan G. Komen Italia per la lotta ai tumori al seno, con il patrocinio del Comune di Latina e del Consiglio regionale del Lazio, sarà nel capoluogo pontino, in piazza del Popolo il 28 settembre dalle 9 alle 16.30.

I medici della Carovana della prevenzione per tutto il giorno effettueranno visite ed esami diagnostici per la prevenzione dei tumori al seno e dei tumori ginecologici oltre a percorsi di prevenzione primaria dedicati a tutte le donne.

La Carovana della prevenzione

L’iniziativa è riservata a tutte le donne che non sono inserite nelle liste di screening della Regione Lazio e per prenotarsi bisogna rivolgersi ai servizi sociali del Comune di Latina tramite il segretariato social che si trova in Via  IV Novembre n. 25. Inaugurata a ottobre 2017, la Carovana della prevenzione ha effettuato 62 tappe in 11 regioni italiane, percorrendo più di 7.000 km; ha offerto gratuitamente a donne provenienti da contesti socio-economici disagiati quasi 7.000 prestazioni cliniche, diagnosticando 50 lesioni neoplastiche o da approfondire.

La carovana si compone di:
- una Unità Mobile di Prevenzione Senologica, allestita con due spazi ambulatoriali e con strumenti tecnologici di ultima generazione (mammografo digitale, ecografo portatile, workstation di refertazione, strumenti di teleradiologia), utili a consentire l’effettuazione di tutti gli esami di diagnostica senologica clinica e strumentale per la diagnosi precoce dei tumori del seno;
- una Unità Mobile di Prevenzione secondaria dei tumori femminili, con uno spazio ambulatoriale multifunzionale allestito per consentire visite specialistiche ginecologiche, ecografie pelviche trans-vaginali e Pap-test ed altri esami finalizzati alla diagnosi precoce dei principali tumori femminili;
- una Unità Mobile di Prevenzione Primaria, attrezzata per consentire valutazioni funzionali di parametri antropometrici e abitudini di vita e offrire consulenze specialistiche e percorsi personalizzati utili all’adozione di stili di vita più corretti.
Le tre Cliniche Mobili operano con personale sanitario specializzato della Fondazione Policlinico Universitario A. Gemelli e volontari della Komen Italia, anche affiancati da personale sanitario di istituzioni locali e associazioni non profit che collaborano al progetto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Violenta lite all’autolavaggio, tre arresti per tentato omicidio. Pestato un 48enne

  • "Certificato pazzo" in cambio di soldi: un medico della Asl al centro del "sistema"

  • Processo Alba Pontina, Pugliese racconta: “Ho deciso di collaborare per non essere ammazzato"

  • "Certificato pazzo", primi interrogatori: un'arrestata ascoltata in ospedale

  • Morto dopo un inseguimento notturno di una ronda, processo davanti alla Corte di Assise per omicidio

  • Processo Alba Pontina, Pugliese racconta: minacce anche per controllare il prezzo del pesce al mercato

Torna su
LatinaToday è in caricamento