Basket: trasferta amara per la Benacquista, sconfitta ad Agrigento

Latina superata per 87-80 dai padroni di gara nel posticipo della 23esima giornata. Il 1 marzo la prima gara della Final Eight di Coppa Italia

Trasferta amara in Sicilia per la Benacquista Assicurazioni Latina Basket che, nel posticipo della 23esima giornata del campionato di Serie A2 Old Wild West, esce sconfitta dalla gara con la M. Rinnovabili Agrigento (87-80 il risultato finale).

L'analisi della partita

Dopo un primo quarto in cui le percentuali al tiro sono state decisamente poco brillanti, i nerazzurri hanno disputato un secondo periodo di grande intensità in cui sono riusciti a mettere in difficoltà i padroni di casa. Al rientro dagli spogliatoi i pontini, dopo un buon avvio, hanno, però commesso diversi errori. Contestualmente Agrigento ha alzato livello della difesa traendone vantaggio. L’ultimo periodo di gioco ha decretato l’inerzia dei padroni di casa, che sono riusciti a gestire il proprio vantaggio, complici alcune ingenuità del team latinense dal punto di vista delle palle perse e di alcuni fondamentali secondi tiri concessi all’avversario. Il risultato finale di 87-80 che sancisce il successo della M. Rinnovabili Agrigento,  ribalta anche la differenza canestri rispetto al match dell’andata che la Benacquista aveva vinto di 5 lunghezze.

La partita

PRIMO QUARTO - Parte con un canestro immediato la formazione di casa e poi allunga sul 4-0 con due liberi. Latina è sfortunata nelle conclusioni e Agrigento allunga ulteriormente sul 6-0 al 2′. Evangelisti realizza la tripla del 9-0 e coach Gramenzi chiama time-out. Al rientro sul parquet la Benacquista continua a non trovare la via del canestro, fino al 4′ quando è Capitan Tavernelli a sbloccare il punteggio dei nerazzurri con la tripla del 9-3. Riduce ulteriormente Latina con il canestro dal pitturato di Allodi (9-5). Dopo i primi cinque giri di lancette Cannon mette a segno un gioco da 3 punti che vale il 12-5 per i siciliani. I pontini continuano a faticare in attacco, ma cercano di rimanere in scia (14-10 al 6′). Azioni rapide in campo con la formazione ospite che recupera punti preziosi con Carlson e Lawrence (18-15 al 7′). Errori al tiro ambo le parti, ma le percentuali dei pontini sono decisamente molto basse (20-15 all’8′). I nerazzurri non demordono e si riportano a due sole lunghezze di svantaggio (20-18 al 9′). Con 40″ sul cronometro Cassese conquista la parità (20-20) ma risponde Agrigento la tripla del 23-20. Cannon fissa il punteggio sul 25-20 con un canestro a fil di sirena.
SECONDO QUARTO- La seconda frazione si apre con il canestro di Lawrence, cui rispondono i padroni di casa con la tripla del 28-22 firmata da Ambrosin. Immediata la replica di Cassese (28-24 all’11’). Ambrosin è inarrestabile e realizza nuovamente dall’arco per il 31-24 siciliano al 12′. Dopo altri errori al tiro, è Baldassarre a smuovere il punteggio dei nerazzurri (31-26). Latina ricuce ulteriormente il divario con il canestro di Lawrence (31-28) ma è la successiva tripla di Cassese a stabilire nuovamente la parità (31-31 al 14′). Time-out per coach Ciani. Al rientro sul rettangolo di gioco Pepe fa un viaggio in lunetta sul fallo subito da Cassese e concretizza i due liberi, ma sul fronte opposto Baldassarre su assist di Lawrence ed è ancora parità (33-33 al 15′). Guariglia riporta avanti i suoi realizzando dall’arco, ma la Benacquista è abile a sfruttare i tagli in backdoor (36-35). Si gioca con intensità, Latina riesce a riconquistare la parità e poi a portarsi in vantaggio con Lawrence (37-39 al 17′). Allunga ulteriormente Latina sul 37-41 con Cucci e coach Ciani chiama time-out, ma alla ripresa del gioco è ancora la Benacquista a trovare la via del canestro con Carlson (37-43), cui risponde Cannon per il 39-43. Con 33″ sul cronometro coach Gramenzi chiama time-out e al rientro sul parquet Mike Carlson concretizza un libero che fissa il punteggio sul 39-44 alla fine del secondo periodo di gioco.
TERZO QUARTO - Al rientro dal riposo lungo Allodi commette il suo terzo fallo nel tentativo di contenere le incursioni siciliane. Agrigento ha una bella energia, ma Latina cerca di rispondere per le rime (43-46 al 22′). Bellissima circolazione di palla tra i nerazzurri che culmina con la bella tripla di Lawrence per il 43-49. La Fortitudo non si lascia intimorire e con due triple consecutive si riporta in parità (49-49) e con il canestro di Cannon rimette la testa avanti (51-49 al 24′). Time-out per la panchina nerazzurra. Alla ripresa del gioco un bell’assist di Tavernelli per Allodi che firma il 51 pari. Carlson è chirurgico dalla lunetta e la Benacquista riconquista il vantaggio (51-53 al 25′). Al 26′ Pepe riporta la M. Rinnovabili in parità, ma nell’area opposta Giovanni Allodi punisce la difesa agrigentina (53-55). La Fortitudo si affida ancora a Simone Pepe che con un gioco da tre punti permette ai padroni di casa di riportarsi in vantaggio (56-55 al 27′) mentre coach Gramenzi ruota i suoi uomini. Con 2:43″ da giocare Tommaso Guariglia realizza la sua quarta tripla personale (59-55). Cucci subisce fallo da Ambrosin e concretizza un solo libero (59-56). Il team siciliano prende fiducia sostenuta dal caloroso pubblico del PalaMoncada e riesce ad allungare sul 64-56 al 28′. Latina esaurisce il bonus, Bell è preciso ai liberi e con 90″ al termine del terzo periodo Agrigento è avanti 65-56. Si scuote la Benacquista con la tripla di Carlson (65-59) ma Cannon punisce nuovamente la difesa nerazzurra per il 67-59 al 29′. Il quarto va in archivio con il libero di Cucci che fissa il punteggio sul 67-60.
ULTIMO QUARTO - In avvio di ultima frazione Andrew Lawrence riduce il divario con la tripla del 67-63, ma Agrigento risponde con 5 punti in fila per il 72-63 al 31′. Carlson dalla lunetta riduce di nuovo a 7 i punti di distacco (72-65) ma Pepe non perdona e al 32′ i padroni di casa sono avanti 74-65. La Fortitudo riesce a conquistare la doppia cifra di vantaggio (76-65)  e con 7:32″ da giocare coach Gramenzi chiama time-out. Al rientro sul rettangolo di gioco Latina fatica e perde palla. Cucci prima di tornare in panchina per lasciare spazio ad Allodi mette a referto un bel gioco da 3 punti che vale il 76-68 al 33′. La Benacquista continua a perdere palloni ingenuamente, al contrario della M. Rinnovabili che trascinata da Cannon si porta sul +10 (78-68). Con 4:31″ sul cronometro Lawrence realizza la tripla del 78-71, Agrigento nell’azione successiva perde palla ed è ancora Lawrence a centrare la retina per il -5 nerazzurro (78-73 a 4:25″). Time-out per coach Ciani. Il gioco riprende e Cannon mette a segno il canestro dell’80-73, risponde Allodi (80-75), ma al 37′ Simone Pepe realizza la tripla dell’83-75. Latina subisce l’inerzia di Agrigento, ma continua a reagire (87-80 al 38′). I nerazzurri non riescono a trovare la via del canestro e il match si conclude con la vittoria dei padroni di casa sul risultato di 87-80, che ribalta anche la differenza canestri della partita di andata.

I tabellini

M. Rinnovabili Agrigento vs Benacquista Assicurazioni Latina Basket 87-80 (25-20, 39-44, 67-60)
M. Rinnovabili Agrigento:  Bell 8, Cannon 27, Evangelisti 5, Cuffaro, Trupia n.e., Sousa 3, Zilli n.e., Ambrosin 11, Nicoloso n.e., Guariglia 14, Pepe 17, Fontana 2. Coach Ciani. Vice Dicensi.
Benacquista Assicurazioni Latina Basket: Lawrence 20, Carlson 15,  Tavernelli 11, Cassese 9, Fabi 4, Baldassarre 4, Allodi 8,  Jovovic, Cucci 9, Cavallo n.e. Coach Gramenzi. Vice Di Manno.
Statistiche: Agrigento tiri da 2 44% (21/48) tiri da 3 40% (10/24) tiri liberi 83% (15/18) Latina tiri da 2 57% (21/37) tiri da 3 40% (10/25) tiri liberi 67% (8/12).
Arbitri dell’incontro: Radaelli Roberto di Rho (MI), Raimondo William di Scicli (RG), Barbiero Marco di Milano (MI).

La prossima partita

La Benacquista Latina torna in campo venerdì 1 marzo alle 16:15 sul parquet del PalaSavelli di Porto San Giorgio, dove affronterà la temibile Treviso in occasione della Final Eight di Coppa Italia 2019 Old Wild West.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gatto incatenato e maltrattato: la segnalazione a Latina

  • Cimitero di auto rubate in un terreno: scompare il materiale sequestrato

  • Guida Michelin 2020: c'è l’Acqua Pazza di Ponza tra i ristoranti “stellati” del Paese

  • Spaccio a piazza Moro, Girondino condannato a tre anni e mezzo di carcere

  • Tragico incidente a Terracina, auto contro un camion: muore una donna

  • Tabacco riscaldato e sigarette elettroniche riducono dell'80% i livelli di monossido di carbonio: lo studio italiano

Torna su
LatinaToday è in caricamento