Sport e non solo: una domenica magica a Latina con il basket in carrozzina

Grazie al Cav. Lucio Benacquista la magia del Basket in carrozzina ha illuminato il parquet della palestra dell'Istituto Tecnico Vittorio Veneto con la partita di Campionato Nazionale Giovanile che ha visto affrontarsi la S.S. Lazio e l'Amicuccioli Giulianova

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LatinaToday

Un pomeriggio di grande emozione, momenti di gioia e puro spirito sportivo, ore di allegria e condivisione: questa è stata la vera essenza della partita di Campionato Nazionale Giovanile di Basket in Carrozzina tra la S.S. Lazio e l’Amicuccioli Giulianova, che è stata disputata sul parquet della palestra dell’Istituto Vittorio Veneto di Latina. Un evento pensato, fortemente voluto ed egregiamente organizzato dal Cav. Lucio Benacquista, presidente della Benacquista Assicurazioni Latina Basket che ha voluto mettere in evidenza quanto possa essere importante la pallacanestro per eliminare preconcetti e generare, invece, sostegno e interesse nei confronti di chi vive tutte le difficoltà che scaturiscono dal vivere su una sedia a rotelle: "Sono orgoglioso di aver ospitato un evento così bello e davvero molto contento della riuscita di questa manifestazione che ripeteremo molto presto – ha confermato il Cav. Lucio Benacquista – E’ stato emozionante vedere la gioia negli occhi dei giovani atleti, la soddisfazione negli applausi dei loro genitori, la partecipazione delle autorità locali e della cittadinanza perché lo sport è un ottimo viatico per i valori fondamentali della vita, quali fratellanza e solidarietà".

Tanto calore umano nel pomeriggio di domenica tra le mura della palestra del Vittorio Veneto, sorrisi, applausi, cori, sciarpe e striscioni colorati, tamburi autoritarimbombanti per sostenere le due squadre in campo e per festeggiare ogni singolo canestro. Alla presenza del sindaco di Latina Damiano Coletta, del Prefetto Pierluigi Faloni e dell’Assessore alla cultura, allo sport e alla scuola Antonella Di Muro le due formazioni si sono affrontate dando vita a una piacevole partita,  a tratti anche avvincente.

Il Cav. Benacquista ha pianificato la manifestazione in collaborazione con Moreno Paggi, il Presidente della S.S. Lazio, coadiuvato dalla collaborazione con Sergio D’Arienzo che nel 2013 ospitò la Lazio in carrozzina alla Fiera dello Sport che organizzò a Latina. Al termine della serata il presidente biancoceleste ha espresso la sua soddisfazione e manifestato un sentito ringraziamento a Lucio Benacquista in primis, e a tutta la società nerazzurra per l’ospitalità, la gentilezza e la collaborazione: "E’ stata una bellissima giornata, ringrazio Lucio Benacquista per l’opportunità che ci ha concesso. Sono felice della risposta che ha dato Latina, mi auguro nel futuro che in questa città possa nascere una nuova realtà, spero che sia davvero l’inizio per fare qualcosa di nuovo. Noi saremo di nuovo qui il 26 marzo per un’altra partita di campionato e invito tutti a partecipare per rivivere insieme una giornata come quella di domenica".

Nel roster della compagine biancoceleste spicca il nome di un giovane ragazzo latinense doc, Matteo Gabotti, capitano della squadra, che per la prima volta in assoluto ha avuto la possibilità di giocare una partita di basket in carrozzina nella sua città. I sostenitori della squadra laziale hanno anche affisso uno striscione in suo onore con la scritta a caratteri cubitali “Forza Matteo”.
Il basket in carrozzina racchiude un mondo che varrebbe la pena far conoscere a tutti perché racconta storie umane che in molti casi vanno al di là della semplice attività sportiva e mettono in luce non soltanto agonismo, competizione, ma anche inserimento, accoglienza e rispetto dell’avversario.

A scortare la Lazio in questo campionato c’è un ospite speciale, Flavio Insinna, accompagnatore del team biancoceleste. Il papà di Flavio era medico della Fondazione Santa Lucia. Flavio ha raccontato che da piccolo andò con il papà alle Paralimpiadi in Canada, erano gli anni 70. Il padre gli regalò questo viaggio per la promozione a scuola e da quel momento Flavio diventò una sorta di  mascotte di tutto il gruppo e gli si aprì davanti un mondo che non ha mai smesso di amare. Anche in questo pomeriggio al Vittorio Veneto di Latina Insinna si è prodigato per sostenere i suoi ragazzi, incitandoli e condividendo con loro dei bellissimi momenti di aggregazione.

La manifestazione si è conclusa con una bella fotografia di gruppo che ha immortalato il ricordo di una bella giornata di sport e fratellanza in attesa del prossimo appuntamento in programma per il prossimo 26 marzo, sempre a Latina.

LA PARTITA

La partita del Campionato Nazionale Giovanile di Basket in Carrozzina che vede contrapposte e S.S. Lazio ( in maglia bianca ) e AmicuccioliGiulianova (con la canotta nera) ha avuto luogo nella location d’eccezione della palestra dell’ Istituto V. Veneto di Latina.
I ragazzi che giocano in casa partono bene (0-11 nei primi 7’), spinti dai numerosi supporters che riempiono gli spalti dell’impianto sportivo. Il quarto si chiude sul punteggio di 0-13.
La buona prestazione di Giulianova continua nella seconda frazione di gioco (0-18 al 15’), ma arrivano anche i primi punti della Lazio con Giuranna (2-20 al 16’). Gli ospiti costruiscono un parziale di 4-0 firmato Gabotti nel finale di quarto (6-20 al 19’); le compagini vanno al riposo lungo sul risultato di 8-22.
La prima realizzazione del secondo tempo arriva su tiro libero dalle mani del numero 7 di Giulianova, Brandimarte (8-23 al 23’). Gli ospiti aumentano ancora le distanze, portandosi sul +17 (12-29) al 27’. Sul finire del terzo quarto i ragazzi in maglia nera raggiungono anche il +20, ma Perrone allo scadere riesce a ridurre lo svantaggio con un buon punto (13-32).
I primi punti dell’ultima frazione di gioco sono per la Lazio (16-32 al 33’). Continua il buon momento dei biancocelesti che ampliano il parziale (10-0) trascinati da Gabotti e Giuranna e si portano sul -10 (22-32 al 35’). Giulianova pone fine al break positivo degli avversari con due buone realizzazioni dalla corta distanza e un libero a segno (22-37, 3’ da giocare). Questa volta sono gli ospiti ad aprire un importante parziale di 9-0 (22-41) apprestandosi a entrare nell’ultimo minuto di gioco. Il match va in archivio con il punteggio finale di 22-43.

I tabellini – S.S. Lazio vs Amicuccioli Giulianova 22-43  (0-13, 8-9, 5-10, 9-11)
S.S. Lazio:  Terriaca, Bargetto, Boria, Perrone 1, Foschi, Gabotti 9, Ilina, Giuranna 12. Allenatore Rossetti. Assistente Paggi.
Amicuccioli Giulianova: Massa 2, Blasiotti 2, Brandimarte 12, Andreapyan, Maggiolini 20, Falascia, Orazi 5, Tentoni, Ravicini 2. Allenatore Marchionni. Assistente Accorsi.
 

Torna su
LatinaToday è in caricamento